Calendar

Apr
23
Mar
Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore
Apr 23 giorno intero

Sulla base di una tradizione catalana, la 28a sessione della Conferenza Generale dell’UNESCO, riunita a Parigi, su proposta di 12 paesi fra cui Australia, Russia e Spagna, ha adottato la risoluzione 3.18 con la quale ha proclamato il 23 aprile di ogni anno “Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore” (28 C/Resolution 3.18 del 15 novembre 1995).[2]
L’obiettivo della Giornata è quello di incoraggiare a scoprire il piacere della lettura e a valorizzare il contributo che gli autori danno al progresso sociale e culturale dell’umanità .

libro e diritto autoreIl 23 aprile è stato scelto in quanto è il giorno in cui sono morti nel 1616 tre importanti scrittori: lo spagnolo Miguel de Cervantes (1547-1616), l’inglese William Shakespeare (1564-1616) e il peruviano Inca Garcilaso de la Vega (1539-1616). In realtà , Cervantes e Garcilaso de la Vega sono morti il 23 aprile secondo il calendario gregoriano mentre Shakespeare è morto il 23 aprile secondo il calendario giuliano, all’epoca ancora in vigore in Inghilterra, e quindi dieci giorni dopo. L’apparente corrispondenza delle date si è rivelata una fortunata coincidenza per l’UNESCO.
Nello stesso giorno, oltre ad essere nato anche Shakespeare, sono nati il francese Maurice Druon (1918-2009), il russo Vladimir Nabokov (1899-1977), il colombiano Manuel Mejà­a Vallejo (1923-1998) e il premio nobel islandese Halldà³r Laxness (1902-1998) ed è morto il catalano Josep Pla (1897-1981).

fonte Wikipedia

La Conferenza generale dell’UNESCO rende tributo mondiale a libri e autori in questa data, incoraggiando tutti, ed in particolare i giovani, a scoprire il piacere della lettura e mostrare un rinnovato rispetto per il contributo insostituibile di quelle persone che hanno promosso il progresso sociale e culturale dell’umanità . L’idea di questa celebrazione è nata in Catalogna, dove il 23 aprile, giorno di San Giorgio, una rosa viene tradizionalmente data come un dono per ogni libro venduto. Il successo Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore dipende principalmente del sostegno ricevuto da tutte le parti interessate (autori, editori, insegnanti, bibliotecari, istituzioni pubbliche e private, ONG umanitarie e mass media), che sono mobilitate in ogni paese dalle Commissioni Nazionali UNESCO, Club UNESCO, Centri e Associazioni, delle Scuole Associate e Biblioteche, e da tutti coloro che si sentono motivati a lavorare insieme per questa celebrazione.

fonte www.unesco.it

Apr
26
Ven
Giornata mondiale della proprietà intellettuale
Apr 26 giorno intero

Dal 26 aprile 2011, la World Intellectual Property Organization (WIPO), Organizzazione Mondiale per la Proprietà  Intellettuale, celebra la Giornata della Proprietà  Intellettuale.

Un’iniziativa, questa della WIPO, che annualmente ha lo scopo di incoraggiare l’attività  creativa e di promuovere la protezione della proprietà  intellettuale nel mondo.

proprietà intellettuale

fonte www.key4biz.it

Apr
28
Dom
Giornata internazionale per la sicurezza sul lavoro
Apr 28 giorno intero

sicurezza lavoroSi celebra il 28 aprile la Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro, promossa dall’Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo), per la diffusione e l’incremento della cultura della prevenzione e del lavoro “dignitoso” nel mondo.

«Organizzare una risposta più efficace e convincente per prevenire e contrastare i rischi di incidenti e di insidie alla salute dei lavoratori non può esaurirsi nella ritualità  dell’osservanza di direttive europee o nel ricercare le sinergie obbligate con le convenzioni e le metodologie derivate dalle expertise di grandi organizzazioni internazionali» afferma Claudio Lenoci, direttore dell’Ufficio Ilo per l’Italia e San Marino, in un intervento pubblicato sulla newsletter dell’Ilo Roma, dedicata appunto alla Giornata mondiale e in particolare al tema, proposto dall’Ilo per il 2010, dei «Rischi emergenti e nuovi modelli di prevenzione in un mondo del lavoro che cambia».

fonte: www.acea.it

Mag
3
Ven
Giornata mondiale della libertà di stampa
Mag 3 giorno intero

L’assemblea generale dell’ONU ha dichiarato il 3 maggio la Giornata mondiale della libertà di stampa per evidenziare l’importanza della libertà di stampa e ricordare ai governi i loro doveri per far rispettare l’articolo 19 della dichiarazione universale dei diritti umani e celebrare l’anniversario della dichiarazione di Windhoek, sui principi della stampa libera, emessi da giornalisti africani nel 1991.

libertà-di-stampa-1900x700_c

L’UNESCO ricorda la giornata della libertà di stampa conferendo il premio UNESCO/Guillermo Cano World Press Freedom Prize a individui, organizzazioni o istituzioni che hanno dato un contributo evidente alla difesa e/o alla promozione della libertà di stampa ovunque nel mondo, specialmente quando essa è minacciata. Creato nel 1997, il premio è assegnato da una giuria indipendente di 14 giornalisti professionisti, e dagli stati membri dell’Unesco.

Il nome del premio è in onore di Guillermo Cano Isaza, giornalista colombiano che è stato ucciso davanti agli uffici del suo giornale il 17 dicembre 1986.

fonte Wikipedia

Giu
1
Sab
Giornata mondiale delle comunicazioni sociali
Giu 1 giorno intero

comunicazioniLa Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, che si festeggia il 1 giugno di ogni anno, venne istituita da Paolo VI nel 1967 e quella data si ripete a cadenza annuale.

Il Pontificio consiglio delle comunicazioni sociali (in latino Pontificium consilium de communicationibus socialibus) è un dicastero della Curia romana che deve il nome alla costituzione apostolica Pastor Bonus del 1988 il dicastero viene elevato al grado di Pontificio consiglio da Giovanni Paolo II.

Giu
26
Mer
Giornata internazionale per le vittime di tortura
Giu 26 giorno intero

La Giornata Internazionale in favore delle Vittime della Tortura si celebra per la prima volta il 26 giugno del 1998. La decisione di istituire una simile Giornata venne adottata dall’Assemblea Generale con Risoluzione 52/149 del 12 dicembre 1997. Tale ricorrenza è tanto più importante in quanto coincide con il Cinquantesimo Anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani che ex articolo 5 statuisce che “nessun individuo potrà  essere sottoposto a tortura, a trattamenti o a punizioni crudeli, inumani o degradanti”.

vittime di torturaL’eliminazione della pratica della tortura nel mondo ha costituito una delle maggiori sfide delle Nazioni Unite sin da pochi anni dopo la loro istituzione. Diversi documenti delle Nazioni Unite, tra i quali la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e il Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici, hanno dato al tema particolare risalto. Nel 1984, l’Assemblea Generale approvò la Convenzione contro la Tortura, i Trattamenti e le Punizioni Crudeli, Inumani e Degradanti, entrata in vigore il 26 giugno 1987.

Ad oggi, la Convenzione è stata ratificata da 105 Stati. Gli Stati Parti della Convenzione hanno convenuto di qualificare la tortura come un reato perseguibile in base all’ordinamento interno. Gli Stati Parti hanno l’obbligo di fare rapporto al Comitato contro la Tortura, quale organo istituito nel 1987 in virtù del Trattato, per monitorare l’attuazione delle disposizioni della Convenzione ed assistere gli Stati Parti nella loro applicazione. Il Comitato è composto da 10 esperti, indipendenti, eletti dagli Stati Parti, che svolgono le loro funzioni a titolo personale.

Le Nazioni Unite hanno inoltre riconosciuto la necessità  di assicurare assistenza alle vittime delle torture. A tal fine, nel 1981, l’Assemblea Generale istituì il Fondo delle Nazioni Unite per le Vittime della Tortura, finanziato con contributi volontari dei Governi.

fonte www.onuitalia.it

Set
1
Dom
Giornata mondiale per la custodia del creato
Set 1 giorno intero

La Giornata mondiale per la custodia del creato è un’iniziativa voluta dalla Conferenza Episcopale Italiana in sintonia con le altre comunità ecclesiali europee che consiste in una giornata annuale dedicata a riaffermare l’importanza, anche per la fede, dell’ambientalismo con tutte le sue implicazioni etniche e sociali. La ricorrenza ufficiale è il 1 settembre, ma alle singole diocesi viene lasciata l’iniziativa di sviluppare attività locali lungo tutto il mese.

creato02

Storia e radici
In ambito cristiano, lo sviluppo della sensibilità ai temi ambientali avvenuto nella seconda metà del secolo scorso si è strettamente intrecciato con i temi della giustizia e della pace e il termine “salvaguardia del creato” è stato usato fin dai primi documenti ufficiali per indicare questa visione unitaria. Questa presa di coscienza storicamente è andata crescendo negli stessi anni in cui si affermava la sensibilità ecumenica, ed il tema della salvaguardia del creato è stato uno dei primi punti di accordo nel difficile cammino di riconciliazione tra le diverse confessioni cristiane.

I documenti ufficiali in proposito sono innumerevoli. Ricordiamo tre date storiche:

Nel 1983 a Vancouver l’assemblea del Consiglio ecumenico delle Chiese rivolge un appello a tutte le Chiese ad impegnarsi in un «processo conciliare di mutua dedizione a giustizia, pace e salvaguardia del creato».
Nel 1989 a Basilea la I assemblea ecumenica europea dal titolo “Pace nella giustizia” a cui partecipano la Conferenza delle Chiese europee (KEK) e il Consiglio delle conferenze episcopali d’Europa (CCEE) si dà come compito precipuo quello di esprimere l’impegno dei cristiani europei per la pace, la giustizia e la salvaguardia del creato.
Gli stessi due organismi (KEK e CCEE) nel 2001 a Strasburgo, nel documento che definisce le linee guida per la crescita della collaborazione tra le Chiese cristiane in Europa (Charta Oecumenica) scrivono: ”Raccomandiamo l’istituzione da parte delle chiese europee di una giornata ecumenica di preghiera per la salvaguardia del creato.”
Su questo cammino ha svolto e svolge tuttora un ruolo trainante la Chiesa ortodossa. La giornata si celebra il 1º settembre, capodanno ortodosso, su proposta fatta nel 1989 dell’allora patriarca di Costantinopoli Dimitrios I che nell’enciclica indirizzata per l’inizio dell’anno ecclesiastico, scorgeva tutto il pericolo per il deteriorarsi dell’ambiente, ma avvertiva tutta la responsabilità della Chiesa nei confronti dell’opera di Dio.

Ott
2
Mer
Giornata internazionale della nonviolenza
Ott 2 giorno intero

MahatmaGandhi225La Giornata internazionale della nonviolenza viene commemorata il 2 ottobre, data di nascita del Mahatma Gandhi. è stata promossa dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 15 giugno 2007 e celebrata per la prima volta il 2 ottobre 2007.

« Ci sono molte cause per le quali sono pronto a morire, ma nessuna per cui sono pronto ad uccidere. » Mahatma Gandhi

La risoluzione dell’Assemblea generale chiede a tutti i membri delle Nazioni Unite di commemorare il 2 ottobre in maniera adeguata così da “divulgare il messaggio della nonviolenza, anche attraverso l’informazione e la consapevolezza pubblica.”
La risoluzione riafferma “la rilevanza universale del principio della nonviolenza” ed “il desiderio di assicurare una cultura di pace, tolleranza, comprensione e nonviolenza”.
Presentando la risoluzione all’Assemblea Generale per conto dei 140 co-sostenitori, il Ministro degli Esteri indiano, Anand Sharma, ha dichiarato che l’ampio sostegno da più parti alla risoluzione riflette il rispetto universale per il Mahatma Gandhi e la rilevanza attuale della sua filosofia. Citando le ultime parole del leader, ha dichiarato: «La nonviolenza è la più grande forza a disposizione del genere umano. è più potente della più potente arma di distruzione che il genere umano possa concepire».

Martin-Luther-KingDefinizione di nonviolenza
Il principio della nonviolenza – noto anche come resistenza nonviolenta – rifiuta l’uso della violenza fisica o verbale, al fine di raggiungere obiettivi sociali o cambiamenti politici, e perseguire la Verità . Spesso viene descritta come “la politica della gente comune”, questa forma di lotta sociale è stata adottata in massa delle popolazioni di tutto il mondo nelle campagne per la giustizia sociale.

 

fonte Wikipedia

Ott
10
Gio
Giornata mondiale contro la pena di morte
Ott 10 giorno intero

Dal 2003, ogni 10 ottobre, la Coalizione mondiale contro la pena di morte invita le Ong, le reti, gli attivisti e le organizzazioni abolizioniste in tutto il mondo a mobilitarsi contro questa pratica crudele e disumana.

pena di morteLa prima Giornata Mondiale contro la Pena di Morte, si tenne nel 2003. L’evento venne lanciato dalla Coalizione Mondiale Contro la Pena di Morte), che riunisce organizzazioni non governative internazionali, ordini degli avvocati, sindacati e governi locali di tutto il mondo. Istituita dalle organizzazioni che parteciparono al Primo Congresso Internazionale contro la pena di morte (Strasburgo, 2001), la Coalizione vuole incoraggiare l’istituzione di coalizioni nazionali, l’organizzazione di iniziative comuni e il coordinamento degli sforzi internazionali per sensibilizzare gli stati che ancora mantengono la pena di morte.

fonte www.hrea.org

Ott
11
Ven
Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze
Ott 11 giorno intero

ragazzeNel 2011 una risoluzione delle Nazioni Unite  stabilisce che il 11 ottobre di ogni anno sia la Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze, una giornata dedicata alla promozione dei diritti delle ragazze.

fonte www.unicef.org