Calendar

Feb
5
Mer
Safer Internet Day
Feb 5 giorno intero

Il Safer Internet day si celebra dal 2004 su iniziativa della Commissione Europea ed è diventato globale tanto che la ricorrenza viene ormai osservata in 150 paesi e di solito ricorre il primo martedì di febbraio (sul sito abbiamo convenzionalmente indicato il 5 febbraio).

Lo scopo della giornata è aumentare la consapevolezza dei crescenti problemi legati all’uso di internet e il messaggio è soprattutto rivolto ai giovani.

fonte www.saferinternetday.org/

Feb
14
Ven
San Valentino
Feb 14 giorno intero

San-valentino-amoreLa festa di san Valentino è una ricorrenza dedicata agli innamorati e celebrata in gran parte del mondo (soprattutto in Europa, nelle Americhe e in Estremo Oriente) il 14 febbraio.

L’originale festività  religiosa prende il nome dal santo e martire cristiano Valentino da Terni, e venne istituita nel 496 da papa Gelasio I, andando a sostituirsi alla precedente festa pagana delle lupercalia. La pratica moderna di celebrazione della festa, invece, centrata sullo scambio di messaggi d’amore e regali fra innamorati, risale probabilmente all’alto medioevo, e potrebbe essere in particolare riconducibile al circolo di Geoffrey Chaucer in cui prese forma la tradizione dell’amor cortese.

fonte Wikipedia

Feb
17
Lun
Giornata internazionale del gatto
Feb 17 giorno intero
gatto

Giornata mondiale del gatto

Il 17 Febbraio è il giorno dell’anno dedicato al più infedele degli animaletti da compagnia, il gatto. La festa del gatto venne introdotta nel 1990 da un referendum proposto ai lettori della rivista “Tuttogatto”.

La giornalista ideatrice dell’iniziativa, Claudia Angeletti, chiese appunto ai lettori di indicare il giorno più consono da dedicare alla festa dei mici, e la risposta scelta fu appunto il 17 di Febbraio. Ecco le motivazioni :

  1. Febbraio dal punto di vista zodiacale è legato al segno dell’acquario, il segno dell’intuito, della libertà  e dell’anticonformismo; caratteristiche tipiche dei gatti!
  2. Nel nord Europa il numero 17 ha un valore benefico, che significa anche “Vivere una vita sette volte”
  3. Se si scrive in numeri romani ” XVII ” e si fa l’anagramma si ottiene “VIXI” , parola latina che significa “HO VISSUTO”; e chi più di un gatto, titolare di 7 vite, può dire di aver vissuto?

Nel territorio le iniziative per festeggiare i felini crescono di anno in anno: mostre, fiere, mercatini, spettacoli, vengono promossi da città , associazioni ed enti al fine di festeggiare e sancire ancor di più l’amore che molti nutrono per il gatto.

fonte www.laboo.biz

Feb
20
Gio
Giornata mondiale della giustizia sociale
Feb 20 giorno intero

La giustizia sociale per tutti è al centro della missione globale che l’ONU svolge per promuovere sviluppo e dignità  umana. Il 20 febbraio è la data scelta per rammentare all’ opinione pubblica mondiale che occorre raddoppiare gli sforzi di tutti gli Stati membri  per assicurare un mondo più giusto ed equo, veramente per tutti.

Segue il messaggio del Segretario Generale in occasione di questa ricorrenza internazionale:

ONU “In occasione della Giornata Mondiale della Giustizia Sociale, vediamo purtroppo molti luoghi in cui le opportunità  sono cresciute solo per pochi, mentre le disuguaglianze sono aumentate per molti.

Le crescenti disuguaglianze minano il cammino della comunità  internazionale nel suo sforzo di liberare dalla povertà  milioni di persone e a costruire un mondo più equo.

Le falle sono visibili nella caduta del livello dei salari per donne e giovani e nella limitazione dell’accesso a educazione, servizi sanitari e lavori soddisfacenti.

Occorre rafforzare e costruire istituzioni e sviluppare politiche che promuovano uno sviluppo inclusivo.

Adottando gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, i leader mondiali si sono impegnati a creare un mondo più giusto ed equo. Molti progressi sono stati fatti per sviluppare le opportunità  di avere lavori soddisfacenti, per rafforzare la previdenza sociale e migliorare i servizi pubblici.

Tuttavia, miliardi di persone dipendono disperatamente dalla nostra determinazione e dai nostri sforzi. Dobbiamo accelerare il nostro lavoro per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio entro il 2015, e, allo stesso tempo, guardare oltre iniziando a definire nuovi obiettivi per uno sviluppo sostenibile.

Mentre cerchiamo di costruire il mondo che vogliamo, intensifichiamo i nostri sforzi verso uno sviluppo più inclusivo, equo e sostenibile, basato sul dialogo, la trasparenza e la giustizia sociale.”

fonte http://www.unric.org

Feb
21
Ven
Giornata internazionale della guida turistica
Feb 21 giorno intero

Ogni anno il 21 febbraio si celebra la Giornata Internazionale della Guida Turistica. Visite guidate gratuite in tutta Italia. Dal 1989 tale iniziativa (istituita dalla World Federation of Tourist Guide Associations e promossa in Italia dall’Associazione Nazionale Guide Turistiche) ha come obiettivo principale quello di valorizzare la professionalità delle guide turistiche, quotidianamente impegnate a presentare a visitatori di tutto il mondo il ricco patrimonio del nostro territorio. E’ anche nostro intento suggerire al pubblico che è suo diritto – per legge- pretendere che chi illustra le meraviglie del nostro paese sia una guida abilitata per una o più province o regioni d’Italia.

guida turistica

L’opportunità è di quelle da non perdere, promossa in tutta la penisola per scoprire le meraviglie del proprio territorio o della città nella quale ci si trova in viaggio, e farsi accompagnare da un professionista esperto capace di comunicare con sensibilità, passione e soprattutto competenza.

fonte https://www.siciliainfesta.com

Giornata internazionale della lingua madre
Feb 21 giorno intero

unescoLa giornata internazionale della lingua madre è una celebrazione indetta dall’UNESCO per il 21 febbraio di ogni anno per promuovere la diversità  linguistica e culturale e il multilinguismo. Istituita nel 1999, è celebrata dall’anno seguente; nel 2007 è stata riconosciuta dall’Assemblea Generale dell’ONU, contemporaneamente alla proclamazione del 2008 come Anno internazionale dei linguaggi.

Il 21 febbraio è stato scelto per ricordare il 21 febbraio 1952, quando diversi studenti bengalesi dell’Università  di Dacca furono uccisi dalle forze di polizia del Pakistan (che allora comprendeva anche il Bangladesh) mentre protestavano per il riconoscimento del bengalese come lingua ufficiale.

Fonte Wikipedia

Feb
27
Gio
Giornata mondiale dell’orso polare
Feb 27 giorno intero

Il 27 febbraio è il Polar Bear Day, la Giornata internazionale dell’Orso Polare. Creature forti, capaci di resistere alle bassissime temperature dei Poli ma anche molto fragili, minacciati dalle conseguenze dei cambiamenti climatici e dello scioglimento dei ghiacciai. Una specie a rischio, che sta facendo le spese della pesante impronta umana sulla Terra.

Orso Polare

Suo malgrado, infatti, l’orso polare è diventato proprio il simbolo della lotta ai cambiamenti climatici e dei catastrofici impatti sul nostro pianeta, a partire proprio dal Polo Nord.

Per gli orsi dell’Artico la lotta per la sopravvivenza si contrappone al più grande problema ambientale del nostro tempo, contro il quale questi animali non possono fare molto se non nulla.

Negli ultimi 30 anni abbiamo perso tre quarti della calotta polare e sono anni che il centro di ricerca statunitense National Snow and Ice Data Center registra un preoccupante record negativo dell’estensione della calotta artica. Pare che non se ne possa più uscire: il riscaldamento globale scioglie i ghiacciai che aiutano a raffreddare la temperatura della Terra, rendendo il nostro pianeta ancora più caldo.

Gli orsi, purtroppo, stanno sperimentando gravi effetti. Sono cambiate le loro abitudini alimentari, ad esempio. Per la prima volta essi si sono visti costretti a mangiare i delfini.

OrsoPolare02

Ma c’è di peggio. Sempre più immagini mostrano orsi polari denutriti, costretti a scavare tra i rifiuti per trovare il cibo o addirittura morti di fame. Un’immagine triste è quella della fotografa Kerstin Langenberger che in un’isola dell’arcipelago delle Svalbard, nel Mar Glaciale Artico, ha fotografato un orso magrissimo, emaciato.

 

fonte greenme.it

Mar
3
Mar
Giornata mondiale della fauna selvatica
Mar 3 giorno intero

La Giornata Mondiale della fauna selvatica, è stata celebrata per la prima volta in tutto il mondo nel 2014 per ricordare la più importante convenzione internazionale sul commercio di specie in via di estinzione, è un’opportunità per la comunità internazionale per celebrare il mondo vegetale e animale proprio in un momento in cui si raddoppiano gli sforzi per proteggerli, dichiara il WWF che accoglie con favore i recenti traguardi raggiunti nella Conferenza di Londra in merito al contrasto del commercio illegale. Il WWF ricorda però quanto ci sia ancora da fare in vista di un futuro in cui le persone possano realmente vivere in armonia con la natura .fauna selvatica

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha indetto la celebrazione del 3 marzo per sensibilizzare sul Valore Natura, ovvero, quanto specie animali e vegetali selvatici contribuiscono allo sviluppo sostenibile e al benessere umano. La giornata, che segna la firma della Convenzione sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora selvatiche in via di estinzione (CITES ) nel 1973, sottolinea anche l’urgenza di combattere i crimini contro la fauna selvatica, a partire dai massacri di elefanti, rinoceronti, tigri.

“Le creature selvatiche che popolano ancora la Terra portano meraviglia e bellezza nella nostra vita, sono l’essenza vitale di foreste, prati, fiumi e oceani e dai servizi ecosistemici che forniscono dipendono le nostre economie e la nostra società. La fauna selvatica ha bisogno del nostro riconoscimento e della nostra protezione “, ha dichiarato Jim Leape , direttore generale di WWF Internazionale

fauna selvaticafonte www.wwf.it

Mar
8
Dom
Giornata internazionale della donna
Mar 8 giorno intero

La Giornata internazionale della donna (comunemente definita Festa della donna) ricorre l’8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui sono ancora oggetto in molte parti del mondo. Questa celebrazione si è tenuta per la prima volta negli Stati Uniti nel 1909, in alcuni paesi europei nel 1911 e in Italia nel 1922.

donna

Mar
18
Mer
Giornata mondiale del Servizio sociale
Mar 18 giorno intero

Si celebra ogni terzo martedì di marzo (nel nostro sito indichiamo il 18 marzo per convenzione) la Giornata mondiale del Servizio sociale con l’obiettivo di riflettere sul ruolo del Servizio sociale nella promozione del benessere sociale anche attraverso azioni di stimolo e produzione di contributi scientifici utili alle scelte politiche nazionali e locali.

serviziosociale02

La Giornata è promossa dall’Associazione Internazionale delle Scuole di Servizio Sociale (IASSW),dal Consiglio Internazionale del Social Welfare (ICSW) e dalla Federazione internazionale degli assistenti sociali (IFSW).

fonte: ossolanews.it

Mar
21
Sab
Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale
Mar 21 giorno intero
Giornata internazionale per l'eliminazione della discriminazione razziale

Proclamando la Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale nel 1966, l’Assemblea Generale invitò la comunità  internazionale a raddoppiare gli sforzi per eliminare tutte le forme di discriminazione razziale (risoluzione 2142 XXI).

Nel 1979, l’Assemblea Generale adottò un programma di attività  da intraprendere durante la seconda metà  del Decennio per l’Azione contro il Razzismo e la Discriminazione Razziale (A/RES/34/24). In tale occasione, l’Assemblea Generale decise che, a partire dal 21 marzo, sarebbe stata organizzata annualmente in tutti gli Stati una settimana di solidarietà  con i popoli in lotta contro il razzismo e la discriminazione razziale.
Da allora, il sistema di apartheid in Sud Africa è stato smantellato. Le leggi e le pratiche razziste sono state abolite in molti Paesi, e abbiamo costruito un quadro internazionale per la lotta contro il razzismo, guidati dalla Convenzione internazionale sull’eliminazione della discriminazione razziale. La Convenzione è ora in fase di ratifica universale, eppure, in tutte le regioni, troppi individui, comunità  e società  soffrono l’ingiustizia e lo stigma che il razzismo porta.

Discriminazione Razziale
La discriminazione razziale ed etnica si verifica quotidianamente, ostacolando il progresso per milioni di persone in tutto il mondo. Razzismo e intolleranza possono assumere varie forme – dal negare agli individui i principi fondamentali di uguaglianza, fino ad alimentare l’odio etnico che può condurre al genocidio – che possono distruggere vite e comunità .
La lotta contro il razzismo è una questione di priorità  per la comunità  internazionale ed è al centro del lavoro dell’Ufficio dell’Alto Commissario per i diritti umani.
L’Organizzazione delle Nazioni Unite si è interessata a questo problema fin dalla sua fondazione e il divieto di discriminazione razziale è sancito in tutti gli strumenti fondamentali internazionali sui diritti umani. Essa pone obblighi per gli Stati e assegna loro il compito di sradicare la discriminazione in ambito pubblico e privato. Il principio di parità  richiede anche agli Stati Membri di adottare misure speciali per eliminare le condizioni che causano o contribuiscano a perpetuare la discriminazione razziale.

Mar
23
Lun
Giornata mondiale delle tartarughe
Mar 23 giorno intero

Il 23 marzo si celebra la Giornata Mondiale delle Tartarughe, per promuovere il rispetto e le conoscenze su questi antichi rettili e la consapevolezza sul pericolo di estinzione di numerose specie di tartarughe e la scomparsa del loro habitat naturale in tutto il mondo. Le tartarughe esistono da 200 milioni di anni, ma stanno rapidamente scomparendo come numero e come specie in conseguenza dello sfruttamento dell’industria alimentare e dei souvenir, del commercio come animali da collezione, dell’inquinamento e della distruzione degli ambienti naturali. Molte specie si sono recentemente estinte, o stanno per estinguersi, e moltissime altre sono destinate a scomparire nei loro habitat di origine entro i prossimi decenni.

  • Ecco cosa potete fare concretamente per aiutare le tartarughe, sia libere che in cattività.OLYMPUS DIGITAL CAMERA
  • Non comprate mai tartarughe in negozi, fiere e mercati, perché ne incrementereste lo sfruttamento commerciale.
  • In particolare, non comprate mai tartarughe di cattura, perché ne compromettete seriamente la sopravvivenza come specie.
  • Non raccogliete tartarughe dal loro habitat, sia in Italia che all’estero (in particolare nei Paesi dei Balcani e del nord Africa). Non solo non è etico, ma rischiate anche multe severissime.
  • Se avete la possibilità di gestirle in modo adeguato, adottate le tartarughe nate in cattività che i proprietari hanno in sovrannumero, o quelle abbandonate.
  • Se trovate una tartaruga ferita, raccoglietela e avvertite il Corpo Forestale dello Stato o portatela da un veterinario per le cure di emergenza.
  • Individuate i negozi per animali presenti nella vostra zona e distribuite materiale informativo della AAE sulla loro corretta gestione. Molti negozianti non hanno le minime conoscenze di base di gestione e alimentazione degli animali che vendono, e danno ai clienti informazioni fuorvianti o errate. Se sono presenti animali in vendita, controllate che siano tenuti in modo corretto; in caso contrario, parlatene con il gestore. Se osservate condizioni di evidente maltrattamento, fate una denuncia se il negoziante non accetta di rimediare alla situazione. Potete parlarne con i vigili, i carabinieri o il servizio veterinario dell’USL chiedendo un’ispezione.
  • Informatevi sulle problematiche relative alla conservazione delle specie in pericolo e sostenete le associazioni a protezione della natura.
  • Prima di adottare una tartaruga, o se già ne possedete, studiate con cura quali sono le loro necessità di gestione, per fornire loro le condizioni migliori possibili.
  • Se non potete più tenere una tartaruga non abbandonatela per nessun motivo, ma affidatela ad un’associazione protezionistica.
  • Educate i bambini fin da piccoli al rispetto di tutti gli animali, compresi i rettili, e fate capire loro che sono esseri viventi capaci di soffrire come noi.

turtlefonte: http://aaeweb.net

Apr
4
Sab
Giornata internazionale contro le mine
Apr 4 giorno intero

Contro ogni norma del Diritto Internazionale Umanitario, le mine anti-uomo causano attacchi indiscriminati che colpiscono migliaia di persone ogni anno, danneggiano l’ambiente, ostacolano la ricostruzione e vanno ben oltre i limiti di un conflitto. Il 4 aprile, si celebra la VII Giornata Mondiale contro le mine, una campagna internazionale promossa dalle Nazioni Unite per dare voce a tutte le vittime. è dal 1997 che si cerca di ottenere la messa al bando di questa arma. Con la Convenzione di Ottawa, infatti, gli Stati firmatari si impegnano a vietare l’impiego, lo stoccaggio, la produzione e il trasferimento delle mine antiuomo, oltre che a distruggerle.

mine onuNel dicembre 2004 la Convenzione era stata siglata da 152 Stati. Tra gli assenti Stati Uniti, Russia, Cina, India, Israele, Turchia. Ad oggi gli aderenti sono 156, compreso l’Afghanistan, dove 14.400 persone sono state impiegate nella distruzione di oltre un milione di residui bellici esplosivi.

L’Organizzazione delle Nazioni Unite sta cercando di collegare l’azione contro le mine con piani più ampi di sviluppo, per promuovere allo stesso tempo le produzioni agricole, rafforzare le infrastrutture, migliorare l’approvvigionamento idrico e fornire istruzione e servizi sanitari migliori nelle aree più tormentate da questo problema, tutto ciò in linea con gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.

Apr
8
Mer
Giornata internazionale del popolo Rom
Apr 8 giorno intero

In tutto il mondo si celebra il Romano Dives, la Giornata internazionale del popolo Rom, ricordando l’otto aprile del 1971, giorno in cui per la prima volta si riunirono a livello internazionale rappresentanti delle comunità Rom, costituendo così la Romani Union, la prima associazione mondiale dei Rom riconosciuta, a partire dal 1979, dalle Nazioni Unite. In questa occasione la Federazione Rom e Sinti Insieme lanciano la campagna nazionale per la raccolta di firme su una legge di iniziativa popolare per il riconoscimento giuridico della minoranza linguistico-culturale dei Rom e Sinta italiana.

Rom

Dal 1400 in Italia. I Rom e i Sinti in Italia sono tra 150 e 170 mila, una cifra modesta rispetto alla popolazione italiana, ma una minoranza significativa e soprattutto una minoranza con una propria identità linguistica e culturale. Insediati in Italia sin dal 1400, gli “zingari” sono la minoranza storica più svantaggiata e più stigmatizzata, nonostante gli obblighi internazionali e comunitari dell’Italia e gli interventi di numerose organizzazioni internazionali, come il Consiglio d’Europa, l’OSCE e l’Unione europea. La partecipazione di Rom e Sinti alla vita collettiva con il proprio contributo umano e culturale è fondamentale per superare l’esclusione, la marginalizzazione di un popolo che ha attraversato secoli di discriminazione, fino allo sterminio razziale e che non deve rimanere confinato nei ghetti fisici e spirituali, nei quali troppo spesso viene relegato, all’assistenza e non alla propria responsabilità.

L’appello alla cittadinanza. La campagna che le associazioni di Rom e Sinti avviano in rappresentanza delle comunità Rom e Sinte italiane vuole realizzare gli articoli 3 e 6 della Costituzione che prevedono: la pari dignità sociale e l’eguaglianza davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali; la tutela di tutte le minoranze linguistiche con apposite norme. In questo modo si vuole superare il mancato riconoscimento istituzionale come minoranza che è causa della scarsa integrazione

nella società e della marginalizzazione sociale ed economica. Le associazioni Rom e Sinte rivolgono un appello alla cittadinanza, a associazioni, istituzioni perché aderiscano e sostengano questa campagna. Il riconoscimento della minoranza rom e sinta, della sua storia, della sua cultura, della sua identità accoglie Rom e Sinti nella comunità più generale insieme con tutte le altre identità che costituiscono il nostro patrimonio nazionale.

fonte Repubblica.it

Apr
21
Mar
Giornata mondiale della migrazione dei pesci
Apr 21 giorno intero

Si celebra il 21 aprile in tutto il mondo la Giornata mondiale della migrazione dei pesci, un evento importante per l’ambiente ma ancora poco conosciuto e trascurato (talvolta deriso) soprattutto da parte delle istituzioni che gestiscono i fiumi ed i torrenti.

Dighe, briglie ed opere fluviali in genere, sbarrano i corsi d’acqua ed impediscono ai pesci migratori di risalire ai luoghi dove sono nati per riprodursi (spesso morendo poco dopo, come è il caso dei salmoni del nordeuropa) e dare continuità alla specie.

migrazione pesci 01

E’ quindi un è un evento globale di un giorno per creare consapevolezza sull’importanza dei fiumi aperti e dei pesci migratori e promuovere la costruzione di “scale di risalita” che permettano il passaggio dei pesci. Si tratta di opere molto importanti per la difesa della biodiversità, che la Protezione Animali savonese è riuscita negli anni scorsi a far rendere obbligatorie in Liguria e che, nell’ultima revisione delle norme sulla pesca nelle acque interne sono state confermate (Legge regionale 8/2014, art. 18, comma 4: “gli interventi sul corso d’acqua che possano ridurre in maniera temporanea o permanente la continuità del medesimo prevedono la realizzazione di accorgimenti per il passaggio dei pesci”).

In alcune regioni italiane il WORLD FISH MIGRATION DAY viene celebrato con visite delle scolaresche ad alcune delle poche scale di rimonta finora realizzate. In Liguria invece l’evento è ancora trascurato; i pesci d’acqua dolce sono infatti considerati solo « materiale » ittico a disposizione ed uso dei, per fortuna sempre meno, pescatori cosiddetti « ricreativi », cioè coloro che, credendo corretto il loro contatto con la natura, si siedono lungo un torrente o un lago e lanciano l’amo per catturare una povera bestia che morirà poi asfissiata in un secchio con due dita d’acqua. E per procurare loro prede, spesso a pagamento, vengono immessi ogni anno tonnellate di avannotti o giovani pesci d’allevamento, che stanno soppiantando la preziosa fauna ittica originaria.

migrazione pesci 02

fonte http://www.savonanews.it