Calendar

Apr
12
Ven
Giornata internazionale dei viaggi dell’uomo nello Spazio
Apr 12 giorno intero

L’assemblea generale dell’Onu ha proclamato il 12 aprile Giornata Mondiale dei viaggi dell’Uomo nello Spazio, come ha riferito il rappresentante speciale della Federazione Russa presso le Nazioni Unite, Vitalij Churkin.

La risoluzione è stata presa il 7 aprile 2011, durante la seduta plenaria speciale della 65esima Assemblea generale, indetta su iniziativa della Russia. A favore della risoluzione si sono uniti più di trenta Stati. “In Russia e in altri Paesi il 12 aprile viene già festeggiato come Giornata Internazionale della Cosmonautica, invece l’Organizzazione delle Nazioni Unite non prevedeva alcuna festa del genere. Il progetto di risoluzione proposto dalla Federazione Russa era volto a riempire questa lacuna in occasione del cinquantesimo anniversario del primo volo dell’uomo nello spazio, così d’ora in poi il 12 aprile verrà festeggiato in tutto il mondo come Giornata Mondiale dell’Uomo nello Spazio”, ha dichiarato Churkin.

astronauti_vistaProprio in occasione del cinquantesimo anniversario del volo di Gagarin nello Spazio, al quartier generale dell’Onu a New York si svolgeranno diversi eventi ufficiali. Tra di essi, spicca l’apertura della mostra fotografica intitolata “Gagarin. Il primo uomo nello spazio”, con immagini sulla conquista dello Spazio, sulla preparazione del volo del cosmonauta e sulla collaborazione internazionale nel settore spaziale ai giorni nostri.

In programma anche un dibattito sul tema “Prospettive della cooperazione internazionale nello Spazio”, a cui prenderanno parte il capo dell’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello spazio extra-atmosferico Mazlan Othman e il cosmonauta, insignito anche del titolo di Eroe della Russia, Oleg Kotov.

fonte: it.ruth.com

Mag
17
Ven
Giornata mondiale per le telecomunicazioni e della società dell’informazione
Mag 17 giorno intero

La Giornata mondiale delle telecomunicazioni e della società dell’informazione, nota anche come Giornata mondiale dell’informatica è stata proclamata per il 17 maggio da una risoluzione ONU a seguito del Summit mondiale dell’informatica di Tunisi del 2005.

La Giornata era conosciuta in precedenza come Giornata mondiale della telecomunicazione per commemorare la fondazione del Unione Internazionale delle Telecomunicazioni il 17 maggio 1865.

L’obiettivo principale della giornata è di incrementare la consapevolezza globale dei cambiamenti portati da Internet e le nuove teconologie. Aiuta inoltre a ridurre il divario digitale (digital divide).

telecommunication-limg

Mag
18
Sab
Giornata internazionale dei musei
Mag 18 giorno intero

museiOgni anno, dal 1977, ICOM celebra il 18 maggio l’International Museum Day, importantissimo appuntamento di condivisione internazionale dei valori fondamentali del museo, al di là  dei confini geografici e delle disponibilità  finanziarie dei diversi Paesi e istituti.

fonte: www.icom-italia.org

Giu
1
Sab
Giornata mondiale delle comunicazioni sociali
Giu 1 giorno intero

comunicazioniLa Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, che si festeggia il 1 giugno di ogni anno, venne istituita da Paolo VI nel 1967 e quella data si ripete a cadenza annuale.

Il Pontificio consiglio delle comunicazioni sociali (in latino Pontificium consilium de communicationibus socialibus) è un dicastero della Curia romana che deve il nome alla costituzione apostolica Pastor Bonus del 1988 il dicastero viene elevato al grado di Pontificio consiglio da Giovanni Paolo II.

Giu
30
Dom
Asteroid Day
Giu 30 giorno intero

Il 30 giugno si celebra il Asteroid Day , evento internazionale lanciato nel 2015 con l’intento di avviare una campagna informativa globale, consentendo alle persone di tutto il pianeta di scoprire il mondo degli asteroidi e ciò che noi possiamo fare per proteggerci da possibili impatti futuri.

asteroid dayUn tema questo da sempre di grande richiamo presso il pubblico, spesso confuso da trattazioni poco ortodosse dell’argomento. Successivamente al lancio del progetto, Istituzioni, personalità e scienziati si sono uniti in questa missione, dando vita a questo evento ricorrente, che si celebra ogni 30 giugno, anniversario dell’impatto di Tunguska (30 giugno 1908), il più importante della storia recente. Tra i fondatori dell’Asteroid Day figura Brian May, celeberrimo chitarrista dei Queen e, cosa non nota a tutti, laureato in astrofisica. Nel 2015, anno della prima edizione di questo evento, è stato poi presentato il film “51 Degrees North” diretto da Grigorij Richters (anch’egli tra i fondatori dell’Asteroid Day).

«Il Virtual Telescope Project è ufficialmente il coordinatore di Asteroid Day in Italia! Siamo stati i primi a rivestire un tale ruolo e proprio per via dell’eccellente lavoro che abbiamo svolto, nell 2017 sono state individuate altre figure di coordinamento altrove nel mondo. Questo ci rende oltremodo orgogliosi, visto l’ineguagliato impegno con cui il Virtual Telescope si contraddistingue da sempre sulle scene internazionali proprio sugli asteroidi potenzialmente pericolosi, proponendone l’osservazione in diretta a tutto il mondo, spesso offrendo delle vere e proprie primizie.»

fonte: www.virtualtelescope.eu

Set
1
Dom
Giornata mondiale per la custodia del creato
Set 1 giorno intero

La Giornata mondiale per la custodia del creato è un’iniziativa voluta dalla Conferenza Episcopale Italiana in sintonia con le altre comunità ecclesiali europee che consiste in una giornata annuale dedicata a riaffermare l’importanza, anche per la fede, dell’ambientalismo con tutte le sue implicazioni etniche e sociali. La ricorrenza ufficiale è il 1 settembre, ma alle singole diocesi viene lasciata l’iniziativa di sviluppare attività locali lungo tutto il mese.

creato02

Storia e radici
In ambito cristiano, lo sviluppo della sensibilità ai temi ambientali avvenuto nella seconda metà del secolo scorso si è strettamente intrecciato con i temi della giustizia e della pace e il termine “salvaguardia del creato” è stato usato fin dai primi documenti ufficiali per indicare questa visione unitaria. Questa presa di coscienza storicamente è andata crescendo negli stessi anni in cui si affermava la sensibilità ecumenica, ed il tema della salvaguardia del creato è stato uno dei primi punti di accordo nel difficile cammino di riconciliazione tra le diverse confessioni cristiane.

I documenti ufficiali in proposito sono innumerevoli. Ricordiamo tre date storiche:

Nel 1983 a Vancouver l’assemblea del Consiglio ecumenico delle Chiese rivolge un appello a tutte le Chiese ad impegnarsi in un «processo conciliare di mutua dedizione a giustizia, pace e salvaguardia del creato».
Nel 1989 a Basilea la I assemblea ecumenica europea dal titolo “Pace nella giustizia” a cui partecipano la Conferenza delle Chiese europee (KEK) e il Consiglio delle conferenze episcopali d’Europa (CCEE) si dà come compito precipuo quello di esprimere l’impegno dei cristiani europei per la pace, la giustizia e la salvaguardia del creato.
Gli stessi due organismi (KEK e CCEE) nel 2001 a Strasburgo, nel documento che definisce le linee guida per la crescita della collaborazione tra le Chiese cristiane in Europa (Charta Oecumenica) scrivono: ”Raccomandiamo l’istituzione da parte delle chiese europee di una giornata ecumenica di preghiera per la salvaguardia del creato.”
Su questo cammino ha svolto e svolge tuttora un ruolo trainante la Chiesa ortodossa. La giornata si celebra il 1º settembre, capodanno ortodosso, su proposta fatta nel 1989 dell’allora patriarca di Costantinopoli Dimitrios I che nell’enciclica indirizzata per l’inizio dell’anno ecclesiastico, scorgeva tutto il pericolo per il deteriorarsi dell’ambiente, ma avvertiva tutta la responsabilità della Chiesa nei confronti dell’opera di Dio.

Ott
27
Dom
Giornata mondiale per il patrimonio audiovisivo
Ott 27 giorno intero

Il 27 ottobre di ogni anno si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Patrimonio Audiovisivo, proclamata dalla Conferenza Generale dell’UNESCO con lo scopo di sensibilizzare i Governi, le imprese private e la società  civile sul valore del Patrimonio documentario audiovisivo: un patrimonio che, superando attraverso l’immediatezza del suono e dell’immagine le barriere linguistiche e culturali, ha contribuito forse più di ogni altro alla costruzione delle identità  e degli immaginari individuali e collettivi degli uomini e delle donne del Ventesimo e Ventunesimo secolo.patrimonio audiovisivo

fonte http://san.beniculturali.it

Nov
5
Mar
Giornata mondiale della consapevolezza sugli tsunami
Nov 5 giorno intero

Anche quest’anno il 5 novembre si celebra la Giornata mondiale della consapevolezza sugli tsunami (World Tsunami Awareness Day: WTAD), organizzata dall’United Nations Office for Disaster Risk Reduction (UNISDR) seguendo le indicazioni del protocollo di Sendai 2015-2030.

Il termine tsunami deriva dal giapponese (津波 = onda di porto) ed è un sinonimo della parola italiana maremoto. I maremoti sono eventi rari, ma con un potenziale distruttivo enorme, come spiegato nel video preparato dall’UNISDR per l’evento.

Tsunami03

Negli ultimi 100 anni, più di 260.000 persone sono decedute in 59 differenti tsunami. Con una media di 4.600 vittime per disastro, il bilancio ha superato quello di qualsiasi disastro naturale. Gli tsunami, peraltro, non conoscono confini, rendendo la cooperazione internazionale la chiave per una profonda comprensione politica e pubblica delle misure di riduzione del rischio.

La scelta del 5 novembre per il WTAD è emblematica. In quel giorno del 1854 il Giappone fu colpito da una fortissima scossa di terremoto (the Great Ansei Earthquake). Goryo Hamaguchi, un abitante del villaggio di Hiro-Mura, nella prefettura di Wakayama, mentre si cambiava per raggiungere i suoi concittadini a una festa sulla spiaggia, sentì un lungo scuotimento dovuto a un terremoto.

Si ricordò allora del detto “dopo un lungo terremoto, arriva uno tsunami“, e si mise a osservare l’oceano dall’alto di una collina. Si rese allora conto che stava arrivando uno tsunami, e capì che doveva allertare tutte le persone che, ignare del pericolo, continuavano a festeggiare sulle spiagge. Goryo corse lungo la collina dando fuoco ai covoni di riso ammucchiati nei suoi terreni per avvertire le persone sulla costa, mettendole così in guardia dal pericolo incombente e permettendo a moltissimi di loro di portarsi in salvo scappando velocemente verso la collina. Un gigantesco maremoto si abbatté poco dopo sulla costa, ma molte persone nel frattempo si erano messe al sicuro.

Oggi, in diverse località del Giappone si possono trovare statue di Hamaguchi che corre con i fasci di paglia, e il racconto di questo evento, della consapevolezza e della prontezza di Hamaguchi viene tuttora insegnato nelle scuole elementari di tutto il Giappone per spiegare ai bambini come comportarsi in caso di tsunami.

Ai tempi di Goryo, a metà dell’Ottocento, non potevano esistere sistemi di allerta, ma già queste semplici pratiche permisero di salvare molte vite. Quasi cento anni dopo, nel 1946, un altro grande tsunami, questa volta generato da un forte terremoto alle Isole Aleutine, in Alaska, causò decine di vittime alle Hawaii, dopo un tragitto di 5-6 ore nell’Oceano Pacifico.

Tsunami02

In assenza di un sistema di allerta, e senza aver avvertito il terremoto a causa della grande distanza dalle Hawaii all’epicentro in Alaska, nessuno poté avvisare gli abitanti di quelle isole. Dopo quell’evento, venne realizzato il primo sistema di allerta per gli tsunami generati da terremoti, i più pericolosi e i più frequenti. Nei decenni successivi, vennero realizzati i sistemi di allerta per l’intero Oceano Pacifico, poi più recentemente per l’Oceano Indiano (dopo il grande maremoto del 2004), quello dei Caraibi e quello del NEAMTWS (North East Atlantic, Mediterranean and connected Seat Tsunami Warning System), in cui opera il Centro Allerta Tsunami dell’INGV.

Il recente tsunami in Indonesia, provocato da un terremoto di magnitudo 7.3 avvenuto il 28 settembre 2018, ha mostrato che la consapevolezza del rischio può fare davvero la differenza tra la vita e la morte. Le onde di tsunami si sono abbattute sulle coste dell’isola di Sulawesi pochi minuti dopo il terremoto, e molte persone hanno perso la vita perché hanno indugiato sulle spiagge o in prossimità delle coste. Nel video ripreso da due telecamere poste nel giardino di una casa a Donggala, molto prossima all’epicentro del terremoto, si vede, meno di 4 minuti dopo lo scuotimento provocato dal terremoto, l’arrivo rapido e impetuoso dell’onda di tsunami che travolge la casa. In un caso del genere, quando si sta così vicini all’epicentro del terremoto, è fondamentale saper riconoscere il segnale naturale dell’allerta (lo scuotimento prolungato) per potersi immediatamente allontanare dal mare e mettersi in salvo, cercando riparo in luoghi posti a quote più elevate.

fonte https://www.insalutenews.it/

Nov
10
Dom
Giornata mondiale per la scienza, per la pace e lo sviluppo
Nov 10 giorno intero

Il 10 novembre si celebra la Giornata Mondiale della Scienza per la Pace e lo Sviluppo. Questa giornata, istituita dall’UNESCO nel 2001, offre l’opportunità  di mostrare all’opinione pubblica quale sia il ruolo della scienza nella vita quotidiana di ognuno di noi.

La Giornata Mondiale della Scienza per la Pace e lo Sviluppo rappresenta un’occasione per ribadire il nostro impegno nel raggiungimento degli obiettivi sanciti all’interno dei due documenti adottati in occasione della Conferenza Mondiale sulla Scienza, organizzata dall’UNESCO e dal Consiglio Internazionale sulla Scienza nel 1999 a Budapest: la Dichiarazione sulla Scienza e sull’uso della conoscenza scientifica e il relativo Piano d’azione.

peaceGrazie alla celebrazione di questa giornata, i cittadini in ogni parte del mondo potranno essere informati sui progressi in ambito scientifico e acquisire ulteriori conoscenze sul nostro pianeta e su come rendere le nostre società  più sostenibili.

Ogni anno, il 10 novembre, organizzazioni non governative, istituti di ricerca scientifica, enti locali e scuole organizzano eventi per celebrare la cultura scientifica, dando vita a progetti e programmi volti a finanziare la ricerca o a istituire nuove università  e poli scientifici.

fonte www.cesie.org

Nov
21
Gio
Giornata mondiale della televisione
Nov 21 giorno intero

Il 21 novembre è stata proclamata Giornata Mondiale della Televisione dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Viene proclamata questa giornata per suggerire alle stazioni televisive del mondo una programmazione televisiva dai contenuti che si ispirano alla pace e alla integrazione sociale ovvero contenuti educativi per gettare le basi di una programmazione televisiva costruttiva per la pace sociale.

televisioneE’ il mezzo di comunicazione di massa più diffuso e discusso al mondo e senza dubbio il marchingegno che ha fatto storia.
Si tratta di quella scatola nera che soggiorna nelle case di ognuno, che ci informa e ci tiene compagnia, é la TV.
Per sottolinearne l’importanza il 21 Novembre si celebra la Giornata Mondiale della Televisione.
La nascita della TV coincide con la data del 25 Marzo 1925, ad opera dell’ingegnere scozzese John Logie Baird, che mostrò pubblicamente il susseguirsi di immagini in movimento, rappresentate a silhouette, in due sole tonalità  di grigio.

Nel 1954 invece fu trasmessa la prima trasmissione televisiva italiana ad opera del Centro di Produzioni RAI di Torino.
Nacquero così i primi format condotti da brillanti ed indimenticati personaggi, quali Mike Buongiorno, Pippo Baudo e Corrado.

televisioneSempre al passo con i tempi, la TV odierna é molto diversa da quella degli albori. Da una parte la tecnologia ha infatti permesso un’elevatissima definizione delle immagini a colori proiettate da schermi sempre più grandi, dall’altra la società  ha imposto nuovi valori e tendenze che hanno condizionato inevitabilmente tutti i palinsesti televisivi.

fonte http://clubunescotrento.wordpress.com

Dic
7
Sab
Giornata internazionale dell’aviazione civile
Dic 7 giorno intero

La Giornata internazionale dell’aviazione civile si festeggia il 7 dicembre di ogni anno. E’ stato proclamato dall’Assemblea generale delle Nazioni unite nel 1996 ratificando una celebrazione dell’Organizzazione Internazionale per l’Aviazione Civile in occasione dell’anniversario della firma della Convenzione internazionale dell’aviazione civile del 1944.

airplane

L’Organizzazione Internazionale per l’Aviazione Civile (ICAO) è un’agenzia specializzata delle Nazioni Unite con competenza primaria in materia di normativa sull’aviazione civile. E’ stata fondata nel 1947 dopo la ratifica, da parte di 52 Paesi aderenti, della Convenzione di Chicago.
I Paesi membri (attualmente 190) si riuniscono in Assemblea Generale ogni tre anni (l’ultima sessione si è svolta nel 2010 a Montreal). L’Assemblea Generale è il massimo organo direttivo dell’Organismo mentre l’organo esecutivo è rappresentato dal Consiglio, composto da 36 membri e rinnovato ogni tre anni in occasione delle Assemblee Generali.
L’Italia è membro del Consiglio dell’organizzazione ed è inclusa nel ristretto gruppo di 10 Paesi maggiormente evoluti nel settore dell’aviazione civile.
L’ICAO ha la sua sede a Montreal in Canada, ove operano il Segretariato, il Consiglio ed i Comitati tecnici (Air Navigation Commission, Air Transport Committee, Committee on Joint Support of Air Navigation Services, Finance Committee, the Committee on Unlawful Interference, Technical Co-operation Committee and the Human Resources Committee).

Le attività  dell’ICAO
La finalità  primaria dell’Organismo è quella di far progredire ed aggiornare la normativa nei vari campi dell’aviazione civile fornendo raccomandazioni ai Paesi membri, con particolare riferimento alla sicurezza dei voli e dei passeggeri, alla protezione dell’ambiente ed al rispetto delle norme internazionali.
Le attività  principali dell’Organismo comprendono, tra l’altro:
– sviluppo di studi tecnici e raccomandazioni per Standards and Recommended Practices (SARPs) relativi alla sicurezza, regolarità  ed efficacia della navigazione aerea internazionale;
– assistenza ai Paesi membri per la realizzazione di progetti di cooperazione tecnica nel settore dell’aviazione civile.

fonte www.esteri.it

Gen
1
Mer
Giornata mondiale della pace
Gen 1 giorno intero

La Giornata mondiale della pace è una ricorrenza, celebrata dalla Chiesa cattolica, che cade il 1º gennaio di ogni anno. Scopo della Giornata è dedicare il giorno di Capodanno alla riflessione ed alla preghiera per la pace.

peace-dove-as-a-birthday-gift-for-my-sweLa ricorrenza è stata istituita da papa Paolo VI con un messaggio datato 8 dicembre 1967[1] ed è stata celebrata per la prima volta il 1º gennaio 1968.

Da quell’anno il Pontefice della Chiesa cattolica invia ai capi delle nazioni e a tutti gli uomini di buona volontà un messaggio che invita alla riflessione sul tema della pace.

fonte: Wikipedia

Gen
4
Sab
Giornata internazionale dell’alfabeto braille
Gen 4 giorno intero

world-braille-dayLa Giornata mondiale dell’alfabeto braille (World Braille Day) si celebra ogni anno il 4 gennaio per commemorare la nascita di Luis Braille che inventò l’alfabeto braille per permettere ai ciechi di leggere e scrivere normalmente.

Louis Braille nacque in Francia e all’età  di tre anni rimase accidentalmente cieco. Nonostante questo desiderava imparare a leggere e scrivere, nonostante la sua disabilità . All’età  di quindici anni sviluppò un sistema di simboli composta da puntini in rilievo sulla carta. I puntini possono essere facilmente percepiti con le mani e questo rende possibile leggere e scrivere anche ai ciechi.

fonte www.calendarlabs.com

Gen
26
Dom
Giornata mondiale per i malati di lebbra
Gen 26 giorno intero

10_stati-preunitari_672-458_resizeNel 1954, si celebrava la prima Giornata mondiale dedicata ai malati  di lebbra. L’aveva ideata Raoul Follereau, giornalista e scrittore francese, ma soprattutto instancabile apostolo dei lebbrosi e “ambasciatore dei poveri presso i poveri”. Fu infatti Follereau a risvegliare l’opinione pubblica internazionale sulla disumana condizione di milioni di malati del morbo di Hansen, ancora relegati nei ghetti dei lebbrosari nonostante esistessero già  cure efficaci e di basso costo. Fu lui, vero «vagabondo della carità », a visitare instancabilmente i lazzaretti in cui erano confinati i lebbrosi, abbracciandoli per dimostrare anche visivamente che la malattia non era così contagiosa e che poteva essere sconfitta. Fu lui a ideare clamorose iniziative, come la richiesta alle superpotenze Usa e Urss dell’equivalente di due bombardieri atomici per sconfiggere definitivamente la malattia, e a lanciare slogan contro la «lebbra peggiore di tutti»: l’egoismo, perché «La civiltà è amarsi. Nessuno ha il diritto di essere felice da solo». A lui si debbono in grandissima parte i risultati ottenuti nel secolo scorso nella lotta contro una malattia che era considerata più infamante della peste.
Raoul Follereau è morto nel 1977 ma la sua eredità  vive sotto la bandiera di numerose Fondazioni a lui ispirate, poiché i nuovi casi di lebbra sono tuttora 200.000 all’anno. La battaglia continua.

«Il tesoro che vi lascio, è il bene che io non ho fatto, che avrei voluto fare e che voi farete dopo di me» (Le trésor que je vous laisse, c’est le bien que je n’ai pas fait, que j’aurais voulu faire, et que vous ferez après moi).

fonte www.vaticanstate.va

Feb
2
Dom
Giornata mondiale della vita
Feb 2 giorno intero

Si celebra il 2 febbraio la Giornata mondiale della vita consacrata.
La Giornata Mondiale della Vita è l’occasione per ribadire, con partecipata convinzione, l’impegno di coerenza per tutelare i valori della vita in tutte le sue forme.

fonte: www.unitalsi.info

10_stati-preunitari_672-458_resize