Calendar

Lug
17
Lun
Giornata mondiale delle emoji
Lug 17 giorno intero

Nella giornata del, 17 luglio, in rete si festeggia il World Emoji Day, la Giornata Mondiale delle Emoji, una giornata dedicata alle simpatiche emoticon che ogni giorno vengono utilizzate all’interno delle applicazioni di messaggistica istantanea e nei social network per esprimere in pochi secondi uno stato d’animo o un’azione. A decretare la data di oggi come la giornata delle emoji ci ha pensato il portale Emojipedia, all’interno del quale è possibile trovare la lista di tutte le emoji disponibili dei vari dispositivi. Come riportato nel sito ufficiale del World Emoji Day, l’evento si celebra nella giornata odierna poiché l’emoji calendario presente all’interno dei dispositivi iOS mostra la data del 17 luglio.

 emoji-989883

Da qui è nata l’idea di organizzare una giornata celebrativa per le “faccine” che ogni giorno vengono utilizzate da milioni di utenti nel mondo. Interessante notare che su Twitter l’emoji raffigurante il calendario mostra la data del 15 luglio e, anche in quell’occasione, qualche utente ne ha approfittato per condividere un tweet contenente diverse emoji per festeggiare l’avvenimento.

 

Infine le emoji di Google e Microsoft mostrano un calendario con una generica vista mensile, senza alcuna data in primo piano. Nonostante ciò, come è possibile osservare dalle tendenze di Twitter, in queste ore l’hashtag #WorldEmojiDay ha raggiunto la cima dei Trending Topic grazie ai numerosi messaggi pubblicati dagli utenti che stanno celebrando le emoji più utilizzate di sempre. Alla celebrazione si sono uniti anche numerosi brand che hanno colto l’occasione per realizzare delle divertenti campagne di instant marketing.

fonte: tech.fanpage.it

Lug
18
Mar
Nelson Mandela International Day
Lug 18 giorno intero

Il Nelson Mandela International Day fu indetto per ricordare il suo compleanno nel 18 luglio 1989 per decisione unanime dell’Assemblea Generale dell’ONU.

Nelson Mandela

Il tutto fu ispirato da un’esortazione di Mandela, fatta un anno prima, affinché una nuova generazione prendesse il bastone del comando contro le ingiustizie sociali del mondo, con le parole. «Ora è nelle vostre mani» [it is in your hands now].

Il Mandela Day è più che la celebrazione della vita e della dinastia di Madiba. E’ un movimento globale in onore al lavoro di tutta la sua vita e agisce per cambiare il mondo in meglio.

fonte www.mandeladay.com

 

Lug
30
Dom
Giornata mondiale dell’amicizia
Lug 30 giorno intero

La giornata internazionale dell’amicizia è stata proclamata nel 2011 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con l’idea che l’amicizia tra popoli, paesi, culture e individui sia in grado di stimolare iniziative di pace e costruire ponti tra le comunità  e si celebra il 30 luglio.amicizia

Poiché la guerra ha inizio nella mente degli uomini, è nella mente degli uomini che la difesa della pace deve essere edificata (Costituzione UNESCO).

La risoluzione A/RES/65/275 pone in particolare l’accento sul’importanza di coinvolgere i giovani, che saranno i leader di domani, nelle attività  della società  finalizzate ad abbracciare culture differenti per promuovere la comprensione reciproca e il rispetto della diversità .

Questa giornata si prefigge anche di sostenere gli obiettivi e le finalità  della Dichiarazione e del Programma di Azione per la una Cultura di Pace e del Decennio Internazionale per una Cultura di Pace e di Non-violenza per i Bambini nel Mondo (2001 – 2010).
Per celebrare la giornata internazionale dell’amicizia, le Nazioni Unite esortano i governi, le organizzazioni internazionali e gruppi della società  civile ad organizzare eventi, attività  e iniziative per collaborare con l’intera comunità  internazionale alla promozione del dialogo tra civiltà , degli ideali di solidarietà , comprensione reciproca e riconciliazione.

fonte www.onuitalia.it

Ago
12
Sab
Giornata internazionale della gioventù
Ago 12 giorno intero

Il 17 Dicembre 1999, con la Risoluzione 54/120, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha avallato la Raccomandazione emessa dalla Conferenza Mondiale dei Ministri Responsabili per la Gioventù (Lisbona, 8-12 Agosto 1998) affinché il 12 Agosto venisse dichiarato la Giornata Internazionale della Gioventù.

studenti-universBackground
Nel 1985, le Nazioni Unite hanno celebrato il primo Anno Internazionale della Gioventù. Nel suo decimo anniversario, l’Assemblea Generale ha adottato il Programma Mondiale d’Azione per la Gioventù, che ha disposto la creazione di una struttura politica e delle linee guida per l’azione nazionale ed il supporto internazionale, al fine di migliorare la situazione dei giovani.

15 sono le aree principali considerate dall’Assemblea Generale:
Educazione
Lavoro
Fame e indigenza
Salute
Ambiente
Abuso di droga
Delinquenza giovanile
Attività  svolte nel tempo libero
Ragazze e giovani donne
Partecipazione
Globalizzazione
Tecnologie dell’informazione e della comunicazione
HIV/AIDS
Gioventù e guerra
Rapporti intergenerazionali

Oggi, il Programma Mondiale d’Azione per la Gioventù gioca un ruolo rilevante nello sviluppo dei giovani. Esso si concentra sulle misure che vanno a rafforzare le capacità  delle Nazioni nel settore dello sviluppo giovanile, e ad accrescere la qualità  e la quantità  delle opportunità  disponibili per essi, al fine di raggiungere una loro partecipazione all’interno della società , che risulti piena, efficace e costruttiva.

Tale Programma costituisce, per le Nazioni Unite, un punto fondamentale riguardo alla tematica della Gioventù. Esso vuole intraprendere una serie di attività  per promuovere lo sviluppo giovanile, compreso il sostegno al processo decisionale intergovernativo, la condotta di una ricerca analitica e, l’aumento dell’efficacia del lavoro delle Nazioni Unite nel settore dello sviluppo giovanile attraverso una più stretta collaborazione ed una comunicazione attiva tra gli enti delle Nazioni Unite, in particolare tramite la rete di Inter-Agenzie per lo Sviluppo della Gioventù.

fonte www.onuitalia.it

Ago
13
Dom
Giornata internazionale dei mancini
Ago 13 giorno intero

La Giornata internazionale dei mancini (in inglese International Lefthanders Day) è un evento internazionale che ricade annualmente il 13 agosto.

18de75244788b3a7bccd688115a5265ad203ba8a

 

È stato istituito ufficialmente dal club Lefthanders International nel 1992, sebbene la stessa data sia stata una ricorrenza legata al mancinismo sin dal 1973 (un anno, tra l’altro, in cui la cultura popolare non era particolarmente accondiscendente all’idea che quella mancina fosse una lateralizzazione normale quanto quella opposta).

L’animo della ricorrenza è quello di diffondere la conoscenza della lateralizzazione meno diffusa tra la popolazione, e le sue implicazioni, sia positive che inconvenienti, legate alla vita quotidiana. Alcuni eventi correlati alla giornata diffondono la conoscenza di utensili e strumenti progettati per mancini, con molta attenzione per quelli specificamente progettati per bambini.

mancini

La ricorrenza è festeggiata in molti paesi nel mondo. Nel solo Regno Unito, per esempio, si sono registrati una ventina di eventi regionali. In alcuni di essi, diversi pub servivano gli avventori come se questi fossero mancini, al contrario di quanto avviene solitamente. In altri stand, i destrimani potevano provare utensili e strumenti progettati per la mano sinistra, capovolgendo così la consuetudine.

Fonte wikipedia

Ago
26
Sab
Giornata mondiale del cane
Ago 26 giorno intero

Il 26 agosto è la Giornata mondiale del cane.

Per molti è un compagno fedele di vita, con cui trascorrere attività all’aria aperta che possono fare bene sia all’umore sia al fisico.

Non a caso i ricercatori canadesi dell’Università di Vittoria hanno affermato che chi possiede un cane spende 300 minuti a settimana del proprio tempo all’aperto, contro i soli 168 di coloro che vivono senza un animale domestico.

I benefici

Secondo uno studio dell’organizzazione no-profit ACAC (Australian Companion Animal Council) il cane è il migliore amico dell’uomo oltre a essere un perfetto animale da compagnia.

Con lui si instaura un legame di fedeltà, non farà mai sentire solo e non abbandonerà mai il suo padrone.

Il parere di Sergio Bottino

Ad avvalorare questi tesi è Sergio Bottino, Coordinatore dei servizi extra-veterinari per gli animali di Ca’ Zampa, la prima clinica veterinaria integrata nata a Brugherio alle porte di Milano, pensata per prendersi cura non soltanto della salute, ma anche del benessere degli animali da compagnia.

“Possedere un cane in famiglia  – afferma Bottino – oltre che consolidare il rapporto uomo-pet, fa bene anche a livello salutare e fisico. Portandolo fuori per le consuete passeggiate, infatti, potrebbe essere la giusta occasione per fare un po’ di attività fisica con esercizi mirati, dedicati sia al padrone che al cane”.

Alcuni esempi di esercizi da poter eseguire con il proprio cane?

“Ne potrebbero bastare tre – continua Bottino – e possono richiedere un grado di impegno fisico differente per la coppia: si va dalla semplice passeggiata, a quella con il riporto ed, infine, la vera e propria corsa. Un ciclo minimo di “remise en forme” varia dalle 14 alle 16 settimane ed andrebbe messo in pratica, una volta al giorno, almeno uno dei tre esercizi proposti. Si tratta di movimenti naturali senza sovrappesi, che soddisfano la necessità quotidiana di movimento dell’uomo, inoltre le endorfine hanno positivi impatti sulla motivazione e sulla pressione arteriosa elevata ed agiscono come antidepressivi naturali”.

PROD-Mixed-breed-lab-cross-8-week-old-puppy-in-farm-yard-near-Cochrane-AlbertajpgED - Copia

  1. PASSEGGIATA SEMPLICE:

La passeggiata, che comporta anche alcuni esercizi base, richiede almeno 20 minuti del proprio tempo, andrebbe fatta dalle due alle tre volte a settimana e, in base alle caratteristiche della razza, può essere protratta ulteriormente.

“Si parte dalla condotta del cane al guinzaglio a fianco del proprietario – spiega Bottino –  e si inseriscono a piacimento dei cambi di velocità dell’andatura, o delle svolte a destra e sinistra, ma anche una posizione di controllo tenuta per pochi istanti (il tipico comando del “seduto”). Se ci sono degli ostacoli non pericolosi si può condurre il cane al salto”.

L’esperto consiglia di inserire un esercizio spesso circa in modo tale da variare abbastanza spesso l’attività fisica.

Quali sono i vantaggi per il proprietario?

“Per l’uomo questo tipo di attività fisica, che è comparabile al riscaldamento motorio, generalmente richiede al massimo 90 pulsazioni al minuto – dice Bottino –  con effetti positivi sul sistema articolare ed endorfinico”.

 

Cercando variazioni di pendenze oppure altre difficoltà di terreno, l’esercizio può diventare impegnativo anche dal punto di vista organico: si consiglia quindi di rimanere su terreno pianeggiante per raggiungere le 90 pulsazioni cardiache al minuto, che possono arrivare sino a 120 a seconda della pendenza del terreno stesso.

 

  1. PASSEGGIATA CON RIPORTO

La “passeggiata con riporto” è consigliabile per un tempo che può andare dai 20 ai 40 minuti e richiede un basso impegno per l’uomo ed uno medio per l’animale. Fondamentali sono due palline o due giochini.

“Si parte dalla condotta del cane al guinzaglio al fianco del proprietario – afferma Bottino – che comanda al pet una posizione di controllo (con i comandi “resta”, “seduto”, “terra”). Il passo successivo consiste nel lancio della pallina da parte del proprietario che deve poi dare comando di riprendere il gioco e riportarlo. Una volta ripresa la pallina, ci si sposta di altri 20/50 passi e si ripete il tutto.

Per l’uomo questo tipo di attività ha un ridotto impegno aerobico.

In esercizi di questo tipo i battiti cardiaci umani in genere non superano le 90 pulsazioni al minuto, giusto per riscaldare il corpo e prepararlo alla fase di lancio del gioco. A tale proposito, per evitare sforzi traumatici per spalla e schiena, è opportuno iniziare con lanci corti, per aumentarli man mano.

Da evitare questa attività sull’asfalto o su terreni particolarmente duri, per l’effetto traumatico sui polpastrelli del cane nelle sue fasi di accelerazione e frenata.

Generalmente le pulsazione del cane per questo tipo di esercizi vanno 90 fino ad un massimo di 160/170 al minuto. L’importante è che il recupero non faccia da fermo, ma in maniera più lenta”.

11-31-610x405 - Copia

 

  1. CORSA LEGGERA

La “corsa leggera” con il proprio cane al guinzaglio può iniziare a mettere a prova le capacità di resistenza della coppia. Le pulsazioni cardiache  salgono sia per il proprietario sia per il pet: rispettivamente sulle 140-150 per l’uno, e intorno alle 100-120 per l’altro.

“Questa attività  – afferma Bottino – è da evitare per le razze particolarmente pesanti, come il mastino spagnolo e quello napoletano, ed è opportuno non imbattersi in percorsi lunghi o con velocità sostenute se accompagnati da razze piccole, come lo spitz di pomerania, o brachicefale, tipo il bulldog Inglese, il bouledogue francese, ed il carlino. Seppur indicate per le passeggiate, queste razze lo sono meno  per lo jogging”.

Durante la corsa il cane deve essere istruito ad andare a fianco al conduttore, senza distrazioni e mantenendo il ritmo del proprietario: ci sono specifiche cinture da dog trekking, ma non indispensabili. Prima di affrontare il jogging è bene far abituare l’organismo umano allo sforzo con un periodo di almeno 2 settimane di passeggiate e passeggiate con riporto, oltre che sempre con un riscaldamento intorno ai dieci minuti, da aggiungere al tempo da dedicare all’esercizio”. È opportuno inserire il jogging almeno 3 volte alla settimana e completare nei restanti giorni con almeno uno degli altri due esercizi a piacimento.

fonte https://www.lifestyleblog.it

Ago
29
Mar
Giornata mondiale contro i test nucleari
Ago 29 giorno intero

test nucleariIl 2 dicembre 2009 la 64esima sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha dichiarato il 29 agosto Giornata Internazionale contro i test nucleari con la risoluzione 64/35 adottata all’unanimità .

La Giornata intende amplificare l’impegno delle Nazioni Unite, degli Stati membri, delle organizzazioni intergovernative e non governative, del mondo accademico, dei network giovanili e dei media nel sostenere, attraverso campagne di informazione ed educazione, la necessità  di vietare gli esperimenti nucleari quale traguardo importante per un mondo più sicuro. Nel preambolo della risoluzione si sottolinea che “si dovrebbe compiere ogni sforzo nell’intento di porre fine ai test nucleari per evitare effetti devastanti e dannosi per la vita e la salute delle persone …e che il porre fine ai test nucleari è un passo decisivo per avere un mondo senza armi nucleari».

fonte: www.onuitalia.it

Ago
31
Gio
Giornata internazionale della solidarietà
Ago 31 giorno intero

solidarietaLa Giornata Internazionale della Solidarietà è stata istituita dall’ONU nel 2005, con l’intento di sensibilizzare la società  nei confronti di chi vive una vita più disagiata e difficoltosa, in nome di uno slancio di generosità  e apertura che ogni singolo individuo può attuare nei confronti del prossimo.

In un mondo in cui impera la rincorsa all’affermazione individuale e la quasi totale indifferenza nei confronti di chi non riesce a emanciparsi e a vivere in dignità , l’importanza di questo evento è quella di portare alla ribalta il sentimento insito nell’animo umano, della collaborazione e del sostegno tra i propri simili

Non c’è niente di più nobile che intervenire in soccorso degli altri, senza alcun tornaconto personale.

Fatti contagiare dallo spirito di questa giornata, partecipando attivamente! Spedisci a tutti i tuoi amici le nostre cartoline, ricordando che un gesto di solidarietà  arricchisce non solo chi lo riceve, ma anche chi lo attua!

fonte http://www.cartoline.it/giornata-della-solidarieta.htm

Set
1
Ven
Giornata mondiale per la custodia del creato
Set 1 giorno intero

La Giornata mondiale per la custodia del creato è un’iniziativa voluta dalla Conferenza Episcopale Italiana in sintonia con le altre comunità ecclesiali europee che consiste in una giornata annuale dedicata a riaffermare l’importanza, anche per la fede, dell’ambientalismo con tutte le sue implicazioni etniche e sociali. La ricorrenza ufficiale è il 1 settembre, ma alle singole diocesi viene lasciata l’iniziativa di sviluppare attività locali lungo tutto il mese.

creato02

Storia e radici
In ambito cristiano, lo sviluppo della sensibilità ai temi ambientali avvenuto nella seconda metà del secolo scorso si è strettamente intrecciato con i temi della giustizia e della pace e il termine “salvaguardia del creato” è stato usato fin dai primi documenti ufficiali per indicare questa visione unitaria. Questa presa di coscienza storicamente è andata crescendo negli stessi anni in cui si affermava la sensibilità ecumenica, ed il tema della salvaguardia del creato è stato uno dei primi punti di accordo nel difficile cammino di riconciliazione tra le diverse confessioni cristiane.

I documenti ufficiali in proposito sono innumerevoli. Ricordiamo tre date storiche:

Nel 1983 a Vancouver l’assemblea del Consiglio ecumenico delle Chiese rivolge un appello a tutte le Chiese ad impegnarsi in un «processo conciliare di mutua dedizione a giustizia, pace e salvaguardia del creato».
Nel 1989 a Basilea la I assemblea ecumenica europea dal titolo “Pace nella giustizia” a cui partecipano la Conferenza delle Chiese europee (KEK) e il Consiglio delle conferenze episcopali d’Europa (CCEE) si dà come compito precipuo quello di esprimere l’impegno dei cristiani europei per la pace, la giustizia e la salvaguardia del creato.
Gli stessi due organismi (KEK e CCEE) nel 2001 a Strasburgo, nel documento che definisce le linee guida per la crescita della collaborazione tra le Chiese cristiane in Europa (Charta Oecumenica) scrivono: ”Raccomandiamo l’istituzione da parte delle chiese europee di una giornata ecumenica di preghiera per la salvaguardia del creato.”
Su questo cammino ha svolto e svolge tuttora un ruolo trainante la Chiesa ortodossa. La giornata si celebra il 1º settembre, capodanno ortodosso, su proposta fatta nel 1989 dell’allora patriarca di Costantinopoli Dimitrios I che nell’enciclica indirizzata per l’inizio dell’anno ecclesiastico, scorgeva tutto il pericolo per il deteriorarsi dell’ambiente, ma avvertiva tutta la responsabilità della Chiesa nei confronti dell’opera di Dio.

Set
4
Lun
Giornata internazionale del benessere sessuale
Set 4 giorno intero

Ecco la Giornata internazionale del benessere sessuale, promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) ogni 4 settembre. Ma da noi nessuno ne sa niente, nonostante l’Italia faccia parte dei 35 Paesi che aderiscono alla celebrazione. Mentre all’estero sono previsti convegni, seminari, interventi nelle scuole, negli ospedali, all’università, in piazza, mostre e incontri, qui sembra regnare il disinteresse.

“Sul benessere sessuale della popolazione c’è un totale disinteresse delle istituzioni, si pensa che sia un lusso, un bene accessorio, non c’è voglia di informare su educazione sessuale, prevenzione, gravidanze indesiderate, comportamenti a rischio”, commenta Roberta Rossi, presidente della Federazione italiana di sessuologia scientifica (Fiss). E racconta che alla Settimana dedicata al benessere sessuale, non legata all’iniziativa dell’Oms, la gente dimostra grande interesse: “ci chiedono a gran voce di essere informati in generale, non soltanto se hanno problemi. Insomma, c’è uno scollamento tra il versante delle istituzioni e la vita delle persone”.

Sull’argomento interviene anche Simonetta Draghi, dell’Unità operativa di ostetricia e ginecologia dell’Ospedale Fatebenefratelli di Roma: “Le donne non hanno informazione sufficiente sul benessere sessuale. Avrebbero tante domande da fare, ma chi gli risponde? Basti pensare che secondo una delle ultime ricerche fatte in Italia, solo il 19% dei ginecologi fa domande sulla sessualità alle donne in menopausa”. Imbarazzo, vergogna, sono tanti i sentimenti che impediscono di parlare di sesso e di chiedere informazioni. Istituendo la Giornata, l’Oms aveva come obiettivo proprio di promuovere una più ampia informazione sull’argomento, fornendo linee guida sulla salute sessuale piuttosto che terapie contro le infezioni sessualmente trasmesse.

benessere-sessuale02

“Il benessere sessuale è fondamentale per la salute stessa e la felicità delle persone. Questo ha un evidente impatto positivo sulle società e i Paesi”, ha scritto l’Organizzazione. “Ma da noi è un tema difficile e doloroso – dice Adele Fabrizi, del Comitato direttivo Fiss – c’è carenza totale di educazione sessuale. E non è solo perchè stiamo parlando di un Paese cattolico, ma per cultura. C’è anche un colpevole disinteresse del mondo medico, non a caso non esiste una specifica formazione in sessuologia”. Così si finisce a parlare di sesso con un medico solo in caso di malattie. E’ il caso degli uomini, che troppo spesso in presenza di disfunzione erettile – come emerge da un recente studio – preferiscono comprare pillole online rischiando la vita, anzichè andare dal dottore. Che invece li informerebbe che i problemi sotto le lenzuola non sono slegati dalla salute in generale.

 

fonte www.ansa.it