Calendar

Feb
20
Dom
Giornata mondiale della giustizia sociale
Feb 20 giorno intero

La giustizia sociale per tutti è al centro della missione globale che l’ONU svolge per promuovere sviluppo e dignità  umana. Il 20 febbraio è la data scelta per rammentare all’ opinione pubblica mondiale che occorre raddoppiare gli sforzi di tutti gli Stati membri  per assicurare un mondo più giusto ed equo, veramente per tutti.

Segue il messaggio del Segretario Generale in occasione di questa ricorrenza internazionale:

ONU “In occasione della Giornata Mondiale della Giustizia Sociale, vediamo purtroppo molti luoghi in cui le opportunità  sono cresciute solo per pochi, mentre le disuguaglianze sono aumentate per molti.

Le crescenti disuguaglianze minano il cammino della comunità  internazionale nel suo sforzo di liberare dalla povertà  milioni di persone e a costruire un mondo più equo.

Le falle sono visibili nella caduta del livello dei salari per donne e giovani e nella limitazione dell’accesso a educazione, servizi sanitari e lavori soddisfacenti.

Occorre rafforzare e costruire istituzioni e sviluppare politiche che promuovano uno sviluppo inclusivo.

Adottando gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, i leader mondiali si sono impegnati a creare un mondo più giusto ed equo. Molti progressi sono stati fatti per sviluppare le opportunità  di avere lavori soddisfacenti, per rafforzare la previdenza sociale e migliorare i servizi pubblici.

Tuttavia, miliardi di persone dipendono disperatamente dalla nostra determinazione e dai nostri sforzi. Dobbiamo accelerare il nostro lavoro per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio entro il 2015, e, allo stesso tempo, guardare oltre iniziando a definire nuovi obiettivi per uno sviluppo sostenibile.

Mentre cerchiamo di costruire il mondo che vogliamo, intensifichiamo i nostri sforzi verso uno sviluppo più inclusivo, equo e sostenibile, basato sul dialogo, la trasparenza e la giustizia sociale.”

fonte http://www.unric.org

Feb
21
Lun
Giornata internazionale della guida turistica
Feb 21 giorno intero

Ogni anno il 21 febbraio si celebra la Giornata Internazionale della Guida Turistica. Visite guidate gratuite in tutta Italia. Dal 1989 tale iniziativa (istituita dalla World Federation of Tourist Guide Associations e promossa in Italia dall’Associazione Nazionale Guide Turistiche) ha come obiettivo principale quello di valorizzare la professionalità delle guide turistiche, quotidianamente impegnate a presentare a visitatori di tutto il mondo il ricco patrimonio del nostro territorio. E’ anche nostro intento suggerire al pubblico che è suo diritto – per legge- pretendere che chi illustra le meraviglie del nostro paese sia una guida abilitata per una o più province o regioni d’Italia.

guida turistica

L’opportunità è di quelle da non perdere, promossa in tutta la penisola per scoprire le meraviglie del proprio territorio o della città nella quale ci si trova in viaggio, e farsi accompagnare da un professionista esperto capace di comunicare con sensibilità, passione e soprattutto competenza.

fonte https://www.siciliainfesta.com

Giornata internazionale della lingua madre
Feb 21 giorno intero

unescoLa giornata internazionale della lingua madre è una celebrazione indetta dall’UNESCO per il 21 febbraio di ogni anno per promuovere la diversità  linguistica e culturale e il multilinguismo. Istituita nel 1999, è celebrata dall’anno seguente; nel 2007 è stata riconosciuta dall’Assemblea Generale dell’ONU, contemporaneamente alla proclamazione del 2008 come Anno internazionale dei linguaggi.

Il 21 febbraio è stato scelto per ricordare il 21 febbraio 1952, quando diversi studenti bengalesi dell’Università  di Dacca furono uccisi dalle forze di polizia del Pakistan (che allora comprendeva anche il Bangladesh) mentre protestavano per il riconoscimento del bengalese come lingua ufficiale.

Fonte Wikipedia

Feb
27
Dom
Giornata mondiale dell’orso polare
Feb 27 giorno intero

Il 27 febbraio è il Polar Bear Day, la Giornata internazionale dell’Orso Polare. Creature forti, capaci di resistere alle bassissime temperature dei Poli ma anche molto fragili, minacciati dalle conseguenze dei cambiamenti climatici e dello scioglimento dei ghiacciai. Una specie a rischio, che sta facendo le spese della pesante impronta umana sulla Terra.

Orso Polare

Suo malgrado, infatti, l’orso polare è diventato proprio il simbolo della lotta ai cambiamenti climatici e dei catastrofici impatti sul nostro pianeta, a partire proprio dal Polo Nord.

Per gli orsi dell’Artico la lotta per la sopravvivenza si contrappone al più grande problema ambientale del nostro tempo, contro il quale questi animali non possono fare molto se non nulla.

Negli ultimi 30 anni abbiamo perso tre quarti della calotta polare e sono anni che il centro di ricerca statunitense National Snow and Ice Data Center registra un preoccupante record negativo dell’estensione della calotta artica. Pare che non se ne possa più uscire: il riscaldamento globale scioglie i ghiacciai che aiutano a raffreddare la temperatura della Terra, rendendo il nostro pianeta ancora più caldo.

Gli orsi, purtroppo, stanno sperimentando gravi effetti. Sono cambiate le loro abitudini alimentari, ad esempio. Per la prima volta essi si sono visti costretti a mangiare i delfini.

OrsoPolare02

Ma c’è di peggio. Sempre più immagini mostrano orsi polari denutriti, costretti a scavare tra i rifiuti per trovare il cibo o addirittura morti di fame. Un’immagine triste è quella della fotografa Kerstin Langenberger che in un’isola dell’arcipelago delle Svalbard, nel Mar Glaciale Artico, ha fotografato un orso magrissimo, emaciato.

 

fonte greenme.it

Feb
28
Lun
Giornata mondiale delle malattie rare
Feb 28 giorno intero

Si celebra il 28 febbraio la giornata dedicata alle malattie rare. Si dice rara una patologia che non colpisce più dello 0.05%, quindi 5 casi su 10mila persone. In Italia, sono oltre due milioni, e il 70% è in età pediatrica, le persone colpite da queste malattie genetiche che si stima possano variare tra le 6 mila e le 8 mila. Molto spesso sono di tipo ereditario, possono essere diagnosticate nell’infanzia, ma molte hanno una lenta evoluzione e quindi la diagnosi avviene in presenza ormai di un danno multiorgano. Infatti, le malattie rare interessano tutte le diverse discipline, ma le competenze specifiche sono fondamentali nella gestione (diagnosi e assistenza clinica) di questi pazienti.

malattie rare 02fonte: La stampa

 

Mar
3
Gio
Giornata internazionale dell’orecchio e dell’udito
Mar 3 giorno intero

orecchioPiu’ di 360 milioni di persone nel mondo soffrono di disabilita’ uditive e perdita di udito. Lo ricorda l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), in occasione della Giornata internazionale per la cura dell’orecchio che si celebra il 3 marzo.

Secondo i dati presentati, una persona su tre con più di 65 anni d’età, per un totale di 165 milioni nel mondo, vive con una perdita dell’udito. E anche se vi sono strumenti e protesi per farvi fronte, non ne sono prodotte a sufficienza.

”L’attuale produzione di ausili uditivi – spiega Shelly Chadha dell’Oms – copre meno del 10% del fabbisogno globale. Nei Paesi in via di sviluppo, meno di una persona su 40 ne ha uno”.

Oltre agli anziani, vi sono anche 32 milioni di bambini sotto i 15 anni colpiti da perdita dell’udito e la causa principale sono infezioni dell’orecchio, soprattutto nei paesi a basso e medio reddito. La maggior prevalenza di disabilita’ uditive si ha nell’Asia meridionale e del Pacifico, e nell’Africa sub-Sahariana. Anche malattie infettive come rosolia, meningite, morbillo e orecchioni possono causare la perdita dell’udito, oltre all’esposizione a rumori eccessivi, ferite all’orecchio o alla testa, cause genetiche, problemi durante la gravidanza e il parto, uso di farmaci e invecchiamento. ”Meta’ di queste cause sono facilmente prevenibili – continua Chadha – e molte possono essere trattate con una diagnosi precoce e interventi adatti”.

Secondo l’Oms e’ necessario che i paesi sviluppino programmi di prevenzione della sordità nei servizi di cure primarie, anche con le vaccinazioni contro morbillo, meningite, orecchioni e rosolio, monitoraggi e terapia della sifilide nelle donne in gravidanza e valutazione precoce dell’udito nei bambini.

fonte: www.ansa.it

Giornata mondiale della fauna selvatica
Mar 3 giorno intero

La Giornata Mondiale della fauna selvatica, è stata celebrata per la prima volta in tutto il mondo nel 2014 per ricordare la più importante convenzione internazionale sul commercio di specie in via di estinzione, è un’opportunità per la comunità internazionale per celebrare il mondo vegetale e animale proprio in un momento in cui si raddoppiano gli sforzi per proteggerli, dichiara il WWF che accoglie con favore i recenti traguardi raggiunti nella Conferenza di Londra in merito al contrasto del commercio illegale. Il WWF ricorda però quanto ci sia ancora da fare in vista di un futuro in cui le persone possano realmente vivere in armonia con la natura .fauna selvatica

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha indetto la celebrazione del 3 marzo per sensibilizzare sul Valore Natura, ovvero, quanto specie animali e vegetali selvatici contribuiscono allo sviluppo sostenibile e al benessere umano. La giornata, che segna la firma della Convenzione sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora selvatiche in via di estinzione (CITES ) nel 1973, sottolinea anche l’urgenza di combattere i crimini contro la fauna selvatica, a partire dai massacri di elefanti, rinoceronti, tigri.

“Le creature selvatiche che popolano ancora la Terra portano meraviglia e bellezza nella nostra vita, sono l’essenza vitale di foreste, prati, fiumi e oceani e dai servizi ecosistemici che forniscono dipendono le nostre economie e la nostra società. La fauna selvatica ha bisogno del nostro riconoscimento e della nostra protezione “, ha dichiarato Jim Leape , direttore generale di WWF Internazionale

fauna selvaticafonte www.wwf.it

Mar
8
Mar
Giornata internazionale della donna
Mar 8 giorno intero

La Giornata internazionale della donna (comunemente definita Festa della donna) ricorre l’8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui sono ancora oggetto in molte parti del mondo. Questa celebrazione si è tenuta per la prima volta negli Stati Uniti nel 1909, in alcuni paesi europei nel 1911 e in Italia nel 1922.

donna

Mar
11
Ven
Giornata mondiale del sonno
Mar 11 giorno intero

Il venerdì della seconda settimana di marzo (qui sul sito adottiamo il 11 Marzo per convenzione) è il World Sleep Day, la Giornata Mondiale del sonno. Obiettivo della giornata è  portare all’attenzione dell’opinione pubblica mondiale problematiche alle quali non viene dato il giusto peso.

sonno-2Di insonnia soffre quasi un italiano su 3 ed è legata soprattutto a problemi metabolici, primo fra tutti l’obesità. E questa “relazione pericolosa” può moltiplicare anche di 9 volte il rischio di malattia coronarica, quindi di infarto. Lo ricordano gli esperti dell’Aims (Associazione italiana medicina del sonno) in occasione della giornata nazionale che si celebrerà con lo slogan “Chi dorme sano non prende peso”.

Ma quali sono le posizioni migliori per non rinunciare a un bella dormita?

Il sonno è fondamentale per la salute e ci aiuta a rimanere in forma e a mantenerci al top. Ma come fare per dormire bene? E’ essenziale la giusta posizione, come spiega William Barrett, direttore del ChiroCare in Minnesota: “la posizione in cui si dorme può determinare quanto bene si dorme e come ci si sentirà al risveglio”.

fonte www.wellme.it

Mar
13
Dom
Giornata mondiale del rene
Mar 13 giorno intero

La manifestazione è voluta dalla Società  Internazionale di Nefrologia e dalla Federazione Internazionale delle Fondazioni del Rene per promuovere la consapevolezza dell’importanza dei reni per la nostra salute. Si celebra il 13 marzo di ogni anno a partire dal 2005.

reneL’importanza della prevenzione è legata al fatto che le patologie renali danno uno sintomatologia molto tardiva, e quando il paziente avverte dei disturbi,
nella maggior parte dei casi la funzionalità  renale è già  severamente compromessa. Ecco dunque perchè assume particolare rilievo accorgersene in tempo.
Tenere sotto controllo la propria pressione, controllare il diabete ed effettuare un esame dell’urina sono i primi consigli forniti infatti dagli esperti in occasione
di questa Giornata Mondiale: la prevenzione può bloccare l’evoluzione del danno renale verso la dialisi.

fonte http://nephroaktuell.ch

Mar
14
Lun
Giornata mondiale del Pi greco
Mar 14 giorno intero

La Giornata mondiale del Pi greco è il 14 marzo: la scelta è ispirata dal formato della data mese-giorno, in uso negli Stati Uniti, in base al quale si indica prima il mese (3) e poi il giorno (14), ottenendo così il numero “3,14”, grafia che indica l’approssimazione ai centesimi di pi greco. Inoltre alcuni celebrano la ricorrenza dalle ore 15, in modo da adeguarsi all’approssimazione 3,1415.pigreco01

La prima celebrazione del “Pi Day” si tenne nel 1988 all’Exploratorium di San Francisco, per iniziativa del fisico statunitense Larry Shaw, in seguito insignito del titolo di “Principe del pi greco”. Il calendario della prima manifestazione prevedeva un corteo circolare attorno a uno degli edifici del museo e la vendita di torte alla frutta, decorate con le cifre decimali del pi greco. Con gli anni, nei dipartimenti di matematica e in varie istituzioni nel mondo si coglie l’occasione per organizzare delle feste.

Nel 2009, con la Risoluzione H.RES.224, la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti d’America riconosce il 14 marzo come giornata ufficiale per celebrare la nota costante matematica e si invitano i docenti a vivere il Pi Day come occasione per “incoraggiare i giovani verso lo studio della matematica”. Nel 2017 anche l’Italia ha celebrato ufficialmente il giorno del Pi greco.

Il 14 marzo 2018, in occasione dei 30 anni dell’istituzione della Giornata, Google ha reso omaggio alla giornata del pi greco con una versione artistica del proprio logo. Un’iniziativa simile ha avuto luogo anche nel 2010.

fonte Wikipedia

Mar
17
Gio
Giornata mondiale delle torte
Mar 17 giorno intero

A partire dal 2015 è stata proclamata, ogni 17 marzo, la Giornata mondiale delle Torte (work baking day | pagina facebook https://www.facebook.com/pg/worldbakingday/) con il fine di condividere con tutto il mondo la gioia di fare torte, specialmente con quelli che non fanno torte molto spesso e non hanno grande esperienza.

Questo significa mostrare alla gente quanto possa essere divertente  fare una torta o dei biscotti, e come infornare possa essere un ottimo modo per passare tempo in famiglia o con gli amici. Non è stata fatta alcuna menzione circa il divertimento ci sia nel mangiare quello che è stato appena realizzato!

Torte02

Come celebrare la Giornata mondiale delle torte

You don’t have to be a pastry chef specializing in fancy tortes to celebrate this holiday. All you really need is a little flNon bisogna essere dei pasticcieri specializzati in torte elaborate per celebrare questa giornata. Tutto quello che serve è un po’ di farina, zucchero e burro… e ovviamente voglia di avventura!

fonte www.daysoftheyear.com/days/world-baking-day

Mar
18
Ven
Giornata mondiale del Servizio sociale
Mar 18 giorno intero

Si celebra ogni terzo martedì di marzo (nel nostro sito indichiamo il 18 marzo per convenzione) la Giornata mondiale del Servizio sociale con l’obiettivo di riflettere sul ruolo del Servizio sociale nella promozione del benessere sociale anche attraverso azioni di stimolo e produzione di contributi scientifici utili alle scelte politiche nazionali e locali.

serviziosociale02

La Giornata è promossa dall’Associazione Internazionale delle Scuole di Servizio Sociale (IASSW),dal Consiglio Internazionale del Social Welfare (ICSW) e dalla Federazione internazionale degli assistenti sociali (IFSW).

fonte: ossolanews.it

Mar
20
Dom
Giornata internazionale della felicità
Mar 20 giorno intero

felicitàLa Giornata Internazionale della felicità  si celebra in tutto il mondo il 20 marzo di ciascun anno è stata istituita dall’Assemblea generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) il 28 giugno 2012. La risoluzione A/RES/66/281 dell’Assemblea dell’ONU, stabilisce che:

« L’Assemblea generale […] consapevole che la ricerca della felicità  è un scopo fondamentale dell’umanità , […] riconoscendo inoltre di un approccio più inclusivo. equo ed equilibrato alla crescita economica che promuova lo sviluppo sostenibile, l’eradicazione della povertà , la felicità  e il benessere di tutte le persone, decide di proclamare il 20 marzo la Giornata Internazionale della Felicità , invita tutti gli stati membri, le organizzazioni del sistema delle Nazioni Unite, e altri organismi internazionali e regionali, così come la società  civile, incluse le organizzazioni non governative e i singoli individui, a celebrare la ricorrenza della Giornata Internazionale della Felicità  in maniera appropriata, anche attraverso attività  educative di crescita della consapevolezza pubblica […] »

fonte: Wikipedia

Giornata internazionale della francofonia
Mar 20 giorno intero

Il 20 marzo è la Giornata Internazionale della Francofonia. Sai che cos’è esattamente la “Francofonia”? Possiamo dire che questa parola designa l’insieme dei paesi e delle persone accomunati dalla lingua francese. Questa giornata è organizzata ogni anno dall’Organizzazione Internazionale della Francofonia per promuovere la lingua francese. È l’occasione ideale per te per andare a mostre e proiezioni di film, ma anche per leggere libri in francese, partecipare a laboratori di scrittura o scoprire i piatti tipici dei paesi francofoni. Vai sul sito www.20mars.francophonie.org e condividi le tue foto o i tuoi messaggi con l’hashtag #Mon20mars. Ad esempio potresti organizzare una mostra nella tua città con i tuoi compagni e farlo sapere sul web.

Ovviamente la Francofonia difende anche valori universali come la libertà, la diversità, l’uguaglianza o la solidarietà tra i popoli. Tra le sue priorità, ci sono il diritto all’istruzione per tutti e lo sviluppo sostenibile.

francofonia02

Sai che il francese è la seconda lingua più studiata al mondo dopo l’inglese? In totale, più di 280 milioni di persone usano questa lingua e tale cifra continuerà ad aumentare. Tra i paesi francofoni contiamo il Mali, il Belgio, il Libano, il Madagascar, la Svizzera, il Québec e il Vietnam. Sì, hai letto bene: in questo paese così lontano si parla francese. Il Vietnam è a più di 10.000 km dal nostro paese! I vietnamiti usano ancora delle parole che somigliano ad alcune parole francesi. Per esempio, « gare » si dice « ga », « aspirine » si dice « atpirin », « sô cô la » è il « chocolat » e « phim » significa « film ».

Se ti interessa questo paese, puoi leggere i romanzi di Anna MOÏ o di Kim THUY. Nel suo libro intitolato Ru, Kim THUY ci racconta la sua nascita, la sua fuga dal Vietnam comunista e il suo arrivo in Québec. È una grande lezione di coraggio che invita a riflettere sui doveri dei paesi ricchi nei confronti dei problemi dei migranti. Buona lettura!

fonte: cia.france.it