Calendar

Nov
5
Gio
Giornata mondiale della consapevolezza sugli tsunami
Nov 5 giorno intero

Anche quest’anno il 5 novembre si celebra la Giornata mondiale della consapevolezza sugli tsunami (World Tsunami Awareness Day: WTAD), organizzata dall’United Nations Office for Disaster Risk Reduction (UNISDR) seguendo le indicazioni del protocollo di Sendai 2015-2030.

Il termine tsunami deriva dal giapponese (津波 = onda di porto) ed è un sinonimo della parola italiana maremoto. I maremoti sono eventi rari, ma con un potenziale distruttivo enorme, come spiegato nel video preparato dall’UNISDR per l’evento.

Tsunami03

Negli ultimi 100 anni, più di 260.000 persone sono decedute in 59 differenti tsunami. Con una media di 4.600 vittime per disastro, il bilancio ha superato quello di qualsiasi disastro naturale. Gli tsunami, peraltro, non conoscono confini, rendendo la cooperazione internazionale la chiave per una profonda comprensione politica e pubblica delle misure di riduzione del rischio.

La scelta del 5 novembre per il WTAD è emblematica. In quel giorno del 1854 il Giappone fu colpito da una fortissima scossa di terremoto (the Great Ansei Earthquake). Goryo Hamaguchi, un abitante del villaggio di Hiro-Mura, nella prefettura di Wakayama, mentre si cambiava per raggiungere i suoi concittadini a una festa sulla spiaggia, sentì un lungo scuotimento dovuto a un terremoto.

Si ricordò allora del detto “dopo un lungo terremoto, arriva uno tsunami“, e si mise a osservare l’oceano dall’alto di una collina. Si rese allora conto che stava arrivando uno tsunami, e capì che doveva allertare tutte le persone che, ignare del pericolo, continuavano a festeggiare sulle spiagge. Goryo corse lungo la collina dando fuoco ai covoni di riso ammucchiati nei suoi terreni per avvertire le persone sulla costa, mettendole così in guardia dal pericolo incombente e permettendo a moltissimi di loro di portarsi in salvo scappando velocemente verso la collina. Un gigantesco maremoto si abbatté poco dopo sulla costa, ma molte persone nel frattempo si erano messe al sicuro.

Oggi, in diverse località del Giappone si possono trovare statue di Hamaguchi che corre con i fasci di paglia, e il racconto di questo evento, della consapevolezza e della prontezza di Hamaguchi viene tuttora insegnato nelle scuole elementari di tutto il Giappone per spiegare ai bambini come comportarsi in caso di tsunami.

Ai tempi di Goryo, a metà dell’Ottocento, non potevano esistere sistemi di allerta, ma già queste semplici pratiche permisero di salvare molte vite. Quasi cento anni dopo, nel 1946, un altro grande tsunami, questa volta generato da un forte terremoto alle Isole Aleutine, in Alaska, causò decine di vittime alle Hawaii, dopo un tragitto di 5-6 ore nell’Oceano Pacifico.

Tsunami02

In assenza di un sistema di allerta, e senza aver avvertito il terremoto a causa della grande distanza dalle Hawaii all’epicentro in Alaska, nessuno poté avvisare gli abitanti di quelle isole. Dopo quell’evento, venne realizzato il primo sistema di allerta per gli tsunami generati da terremoti, i più pericolosi e i più frequenti. Nei decenni successivi, vennero realizzati i sistemi di allerta per l’intero Oceano Pacifico, poi più recentemente per l’Oceano Indiano (dopo il grande maremoto del 2004), quello dei Caraibi e quello del NEAMTWS (North East Atlantic, Mediterranean and connected Seat Tsunami Warning System), in cui opera il Centro Allerta Tsunami dell’INGV.

Il recente tsunami in Indonesia, provocato da un terremoto di magnitudo 7.3 avvenuto il 28 settembre 2018, ha mostrato che la consapevolezza del rischio può fare davvero la differenza tra la vita e la morte. Le onde di tsunami si sono abbattute sulle coste dell’isola di Sulawesi pochi minuti dopo il terremoto, e molte persone hanno perso la vita perché hanno indugiato sulle spiagge o in prossimità delle coste. Nel video ripreso da due telecamere poste nel giardino di una casa a Donggala, molto prossima all’epicentro del terremoto, si vede, meno di 4 minuti dopo lo scuotimento provocato dal terremoto, l’arrivo rapido e impetuoso dell’onda di tsunami che travolge la casa. In un caso del genere, quando si sta così vicini all’epicentro del terremoto, è fondamentale saper riconoscere il segnale naturale dell’allerta (lo scuotimento prolungato) per potersi immediatamente allontanare dal mare e mettersi in salvo, cercando riparo in luoghi posti a quote più elevate.

fonte https://www.insalutenews.it/

Nov
6
Ven
Giornata internazionale per la prevenzione dello sfruttamento dell’ambiente nella guerra e nei conflitti armati
Nov 6 giorno intero

peacekeepers_395Il 5 novembre 2001 l’Assemblea Generale ha proclamato il 6 novembre di ogni anno Giornata Internazionale per la Prevenzione dello Sfruttamento dell’Ambiente in Tempo di Guerra e di Conflitto Armato (risoluzione 56 /4).

Tale iniziativa trae origine dalla considerazione che i danni all’ambiente procurati dai conflitti armati possano compromettere nel lungo periodo gli ecosistemi e le risorse naturali, spesso con effetti negativi che si estendono al di là  del territorio nazionale e della generazione che ha vissuto il conflitto. L’Assemblea ha anche ricordato la Dichiarazione del Millennio, nella parte in cui parla della necessità  di proteggere il nostro ambiente.

fonte www.onuitalia.it

Nov
8
Dom
Giornata Mondiale del Guinness World Record
Nov 8 giorno intero

Si festeggia ogni 8 novembre, la Giornata Mondiale del Guinness World Records, libro edito annualmente dal 1955 che raccoglie tutti i record del mondo, da quelli naturali a quelli umani, a quelli più originali.

Giornata mondiale del Guinness World Record 02

L’idea di collezionare ogni possibile tipo di primato venne a sir Hugh Beaver (amministratore delegato delle birrerie Guinness di Dublino) il 4 maggio 1951 il quale, durante il ricevimento che seguì una battuta di caccia, osservò come alcuni pivieri dorati fossero riusciti a fuggire grazie alla loro velocità; nacque così tra gli astanti una discussione tesa a definire se il piviere dorato fosse o meno l’uccello più veloce esistente in Europa.

Sir Hugh pensò che queste discussioni dovessero essere molto frequenti ed ebbe l’idea di creare un libro dove chiunque potesse soddisfare la propria curiosità in ambito di record. Così si rivolse ai gemelli Ross e Norris McWhirter, specialisti di record di atletica, e a loro affidò la stesura della prima edizione del Guinness dei primati.

Il libro uscì il 27 agosto 1955: il successo fu istantaneo; anche oggi, dopo la scomparsa dei McWhirter, il testo è il libro soggetto a copyright più venduto al mondo (ed il terzo in assoluto dopo Bibbia e Corano), avendo venduto più di 100 milioni di copie in 100 paesi diversi (il record è esibito nello stesso libro).

fonte http://www.occhiopavese.it

Nov
10
Mar
Giornata mondiale degli stagisti
Nov 10 giorno intero

Martedì 10 novembre 2015 è la prima Giornata internazionale degli stagisti, la prima International Interns’ Day, ideata dall’associazione InternsGoPro e dallo European Youth Forum e promossa da alcune realtà, tra cui la Repubblica degli Stagisti in Italia, che sono nate nel corso degli anni in tanti paesi europei ma anche in Stati Uniti e in Australia proprio per tutelare e difendere la categoria dei tirocinanti – generalmente ignorata, sottovalutata dalla quasi totalità del mondo politico e sindacale.

stagisti02Tutto il mondo è paese, insomma e i problemi che già da anni riscontrano gli stagisti italiani sono più o meno gli stessi, mutatis mutandis, che incontrano i loro colleghi francesi, inglesi, belgi, americani… La Giornata internazionale degli stagisti vedrà quindi la realizzazione di eventi in città lontanissime ma con un intento comune: portare all’attenzione pubblica l’ingiustizia degli stage gratuiti – balzata all’attenzione mediatica, quest’estate, anche per il caso dello “stagista in tenda” che ha denunciato pubblicamente l’insostenibilità dei tirocini gratuiti dell’Onu – e proseguire la battaglia affinché venga riconosciuto prima di tutto un giusto compenso a tutti coloro che svolgono un’attività di formazione on the job.

fonte www.repubblicadeglistagisti.it

Giornata mondiale per la scienza, per la pace e lo sviluppo
Nov 10 giorno intero

Il 10 novembre si celebra la Giornata Mondiale della Scienza per la Pace e lo Sviluppo. Questa giornata, istituita dall’UNESCO nel 2001, offre l’opportunità  di mostrare all’opinione pubblica quale sia il ruolo della scienza nella vita quotidiana di ognuno di noi.

La Giornata Mondiale della Scienza per la Pace e lo Sviluppo rappresenta un’occasione per ribadire il nostro impegno nel raggiungimento degli obiettivi sanciti all’interno dei due documenti adottati in occasione della Conferenza Mondiale sulla Scienza, organizzata dall’UNESCO e dal Consiglio Internazionale sulla Scienza nel 1999 a Budapest: la Dichiarazione sulla Scienza e sull’uso della conoscenza scientifica e il relativo Piano d’azione.

peaceGrazie alla celebrazione di questa giornata, i cittadini in ogni parte del mondo potranno essere informati sui progressi in ambito scientifico e acquisire ulteriori conoscenze sul nostro pianeta e su come rendere le nostre società  più sostenibili.

Ogni anno, il 10 novembre, organizzazioni non governative, istituti di ricerca scientifica, enti locali e scuole organizzano eventi per celebrare la cultura scientifica, dando vita a progetti e programmi volti a finanziare la ricerca o a istituire nuove università  e poli scientifici.

fonte www.cesie.org

Nov
12
Gio
Giornata mondiale contro la Polmonite
Nov 12 giorno intero
il 12 novembre è la Giornata Mondiale contro la Polmonite (World Pneumonia Day), giorno in cui  l’UNICEF chiede un maggiore sforzo per debellare questa malattia, che potrebber essere prevenuta e curata con strumenti poco costosi.
unicef polmonite
La polmonite è la principale malattia killer dei bambini sotto i 5 anni, a livello mondiale. Miete il 18% delle circa 6,9 milioni di vittime infantili che ogni anno muoiono per malattie curabili e cause prevenibili. Ogni 25 secondi un bambino muore di polmonite: circa 3.400 decessi al giorno, 1,3 milioni l’anno.
fonte www.unicef.it
Nov
13
Ven
Giornata mondiale della gentilezza
Nov 13 giorno intero

gentilezzaIl 13 novembre non è una giornata qualsiasi, è la Giornata Mondiale della Gentilezza. Questa data non è stata scelta a caso, ma coincide con la giornata d’apertura della Conferenza del “World Kindness Movement” a Tokyo nel 1997 che si è chiusa con la firma della Dichiarazione della Gentilezza.

L’obiettivo di questa giornata è di guardare oltre noi stessi, oltre i confini dei diversi paesi, oltre le nostre culture, etnie e religioni.

Insomma, di renderci conto che siamo cittadini del mondo e che, in quanto tali, abbiamo spazi e presenze da condividere, abbiamo dei luoghi pubblici da curare, degli animali da proteggere, un sistema da conservare e uomini da accogliere e valorizzare.

Se vogliamo dare avvio a un miglioramento, se vogliamo raggiungere l’obiettivo di una coesistenza non solo pacifica ma anche di crescita, dobbiamo focalizzare la nostra attenzione e le nostre cure su quello che abbiamo in comune.

Solo così possiamo essere parte di un mondo migliore.

fonte www.gentletude.com

Nov
14
Sab
Giornata mondiale del diabete
Nov 14 giorno intero
Giornata mondiale del diabete

E’ promossa dalla International Diabetes Federation (www.idf.org) e riconosciuta dall’Onu, la Giornata Mondiale del Diabete è celebrata in tutto il mondo ogni anno il 14 novembre. La Giornata del Diabete è il più grande evento di sensibilizzazione e informazione organizzato in Italia sul diabete.

La Giornata Mondiale del Diabete è organizzata da migliaia di Volontari: persone con diabete, medici e infermieri che organizzano eventi in quasi 500 città  d’Italia. Il coordinamento delle iniziative è svolto da Diabete Italia.

fonte http://www.giornatadeldiabete.it

Nov
16
Lun
Giornata internazionale della tolleranza
Nov 16 giorno intero

Nel 1996, l’Assemblea Generale ha invitato gli Stati membri ad osservare la Giornata Internazionale per la Tolleranza il 16 novembre, con attività  dirette sia alle istituzioni scolastiche sia ad un pubblico più vasto.
Questa decisione è venuta dopo l’Anno della Nazioni Unite per la Tolleranza, 1995, proclamato dall’Assemblea nel 1993.

razzismo tolleranzaL’Anno era stato dichiarato su iniziativa della Conferenza Generale delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO); il 16 novembre 1995, gli Stati Membri dell’UNESCO avevano adottato la dichiarazione di principi sulla tolleranza.
L’Alleanza delle Civiltà  delle Nazioni Unite continua a compiere sforzi per combattere gli estremismi e promuovere il dialogo interculturale, attraverso partenariati con i media e programmi di scambi giovanili.

La tolleranza non è data per scontata. Deve essere insegnata, nutrita e comunicata. L’educazione, dentro e fuori la scuola, è essenziale per rafforzare la tolleranza e combattere l’odio e la discriminazione. In questa Giornata Internazionale della Tolleranza, rinnoviamo il nostro impegno al dialogo e alla comprensione tra tutti i popoli e le comunità , e concentriamo le nostre menti ed i nostri cuori sulle vittime della discriminazione e dell’emarginazione. Un unico popolo, significa vivere e lavorare insieme sulla base del rispetto reciproco per la ricchezza della diversità  umana.

fonte clubunescotrento.wordpress.com

Giornata mondiale del motorismo storico
Nov 16 giorno intero

La Giornata Mondiale del Motorismo Storico si celebra il 16 novembre ed è un’iniziativa originale ideata nel 2017 da Giorgio Ungaretti di Mantova sulla scia della sua grande e risalente passione per il motorismo storico.

L’idea è nata dalla constatazione che nessuno avesse mai pensato di dedicare una GIORNATA alla passione per i veicoli d’interesse storico nonostante che si tratti di un fenomeno che è largamente diffuso in tutto il mondo e che contiene numerose implicazioni di rilevante entità.

autostoriche-01

La data di celebrazione della Giornata Mondiale del Motorismo Storico è fissata nel 16 novembre di ogni anno. La scelta del giorno di celebrazione della GIORNATA è legata alla data di nascita di Tazio Nuvolari ed al fatto che la figura del mitico e poliedrico campione mantovano è stata scelta come personaggio di riferimento dell’iniziativa in virtù della sua notorietà a livello mondiale.

L’assenza di una GIORNATA dedicata ad un movimento di queste dimensioni era talmente macroscopica che, nel 2018 è partita subito la caccia alla copiatura che si preannuncia ricca di numerosi tentativi di replica. Il primo tentativo, già realizzato, è quello dell’A.S.I. il quale, spiazzato da cotanta macroscopica dimenticanza, ha subito varato una manifestazione similare battezzandola con una denominazione che è uno slalom di vocaboli stretti tra la necessità di ricalcare il concetto copiato e quella di non darlo a vedere. A.C.I. F.I.V.A. ed F.M.I. sono, per il momento, assenti così come le numerose altre associazioni che da anni sono operative nel mondo del motorismo storico. Ciò non toglie che, nonostante i tentativi di copiatura. questo sito identifichi la prima ed autentica GIORNATA dedicata al Motorismo Storico.

fonte www.gmms.eu

Nov
17
Mar
Giornata internazionale degli studenti
Nov 17 giorno intero

La Giornata internazionale degli studenti è una ricorrenza studentesca, che si tiene ogni anno il 17 novembre per rivendicare il diritto allo studio e il diritto degli studenti a esprimersi.

studenti-universLa data è l’anniversario degli eccidi nazisti di studenti e professori cecoslovacchi che si opponevano alla guerra nazista.

Molte università  festeggiano la ricorrenza, talvolta in un giorno diverso dal 17 novembre, con un significato diverso a quello originale, cioè come una celebrazione del multiculturalismo degli studenti internazionali.

Il 17 novembre è stato dichiarato per la prima volta giornata internazionale degli studenti nel 1941 a Londra dal Consiglio internazionale degli studenti (International Union of Students), che era composto anche da molti profughi, in accordo con gli alleati, e la tradizione è poi stata portata avanti dall’Unione internazionale degli studenti (International Union of Students), che insieme all’Unione degli studenti europea (European Students’ Union) preme perché la giornata diventi una ricorrenza ufficiale ONU.

fonte Wikipedia

Giornata mondiale dei nati prematuri
Nov 17 giorno intero

prematuriLa Giornata mondiale dei nati prematuri (World Prematurity Day) si celebra il 17 novembre di ogni anno per aumentare la consapevolezza circa i nati prematuri. Si calcola che 15 milioni di bambini nascano prematuri ogni anno, più o meno un bambino su 10 nel mondo.

La prima celebrazione internazionale fu indetta da un’organizzazione europea di genitori nel 2008. La giornata mondiale si celebra dal 2011.

fonte Wikipedia

Nov
18
Mer
Giornata mondiale delle vittime della strada
Nov 18 giorno intero

vittime della stradaNella terza domenica di novembre (per convenzione sul sito è impostata al 18 novembre) ricorre la Giornata Mondiale ONU, dedicata al ricordo delle Vittime della Strada, persone che hanno perso la vita e persone che a seguito di un incidente stradale, devono fare i conti con la disabilità .
L’Europa ha aderito a questa giornata, poiché si tratta di un problema comune e c’è bisogno dell’impegno di tutti gli automobilisti e delle istituzioni per migliorare la situazione. Le iniziative sono molte e questa giornata offre anche lo spunto per proporre a chi governa le soluzioni più efficaci.

fonte http://www.provincia.pv.it

Nov
19
Gio
Giornata internazionale dell’uomo
Nov 19 giorno intero

La Giornata internazionale dell’uomo (o festa dell’uomo) è un evento internazionale annualmente celebrato il 19 novembre. Inaugurata nel 1999 a Trinidad e Tobago, la giornata e gli eventi che vengono organizzati trovano il sostegno di una varietà  di individui e di gruppi in Australia, Caraibi, Nord America, Asia, Europa, Africa, e dell’ONU (Organizzazione delle Nazioni Unite).

dell'uomoParlando a nome dell’UNESCO, la Responsabile della Direzione per le Donne e la Cultura di Pace Ingeborg Breines ha detto della giornata internazionale dell’uomo “Questa è un’ottima idea e darebbe un certo equilibrio tra i sessi.” Ha aggiunto che l’UNESCO non vedeva l’ora di poter collaborare con gli organizzatori.

Fra gli obiettivi della celebrazione di una Giornata Internazionale dell’Uomo vi sono l’attenzione alla salute dell’uomo e del ragazzo, il miglioramento delle relazioni di genere, la promozione dell’uguaglianza di genere, e l’evidenziazione di modelli positivi di ruoli maschili. è un’occasione per evidenziare le discriminazioni contro gli uomini e i ragazzi e per celebrare i loro successi e contributi, in particolare i loro contributi alla comunità , alla famiglia, al matrimonio e alla cura dei bambini.

fonte Wikipedia

Giornata mondiale del gabinetto
Nov 19 giorno intero

Il 19 novembre, è la Giornata mondiale del Gabinetto. Si celebra dal 2001, da quando è nata l’Associazione mondiale del Gabinetto a Singapore, per merito di un signore che si fa chiamare Mr. Toilet perché si batte affinché tutti abbiano un gabinetto decente. Anche grazie a lui, nel 2013, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha votato all’unanimità affinché il mondo, almeno in questa giornata, rifletta. Bastano 5 minuti, il tempo di leggere questi 10 punti. Magari proprio quando siamo seduti sul WC, nel nostro accogliente bagno, che per noi è cosa normale, ma per altri un sogno.

1 – La mancanza di servizi igienici adeguati è uno dei problemi più urgenti del mondo nei Paesi in via di sviluppo. Un bagno pulito e sicuro garantisce salute, dignità e benessere. Eppure, secondo stime delle Nazioni Unite, circa 2,5 miliardi di persone (circa il 40% della popolazione mondiale) non lo ha.

2 – Tra gli Obiettivi del Millennio delle Nazioni Unite vi è quello di dimezzare la percentuale di persone che vivono senza servizi igienici entro il 2015. Siamo molto lontani dal traguardo: più di 1 miliardo di persone (il 15% della popolazione mondiale) ancora pratica la defecazione all’aperto. La maggior parte vive in zone rurali: va su campi e cespugli, fossi o binari ferroviari. Oppure, usa sacchetti di plastica.
“La sanità è più importante dell’indipendenza.” (Gandhi).

3 – La cattiva igiene e le acque sotterranee contaminate da materiale fecale sono un killer: fino a 2 milioni di persone muoiono ogni anno a causa di malattie diarroiche, in particolare i bambini. Nel 2013, sono morti 1000 bambini al giorno: servizi igienici puliti, acqua potabile e una buona igiene potrebbero in gran parte salvarli.

4 – Mancanza di gabinetti, significa mancanza di igiene e quindi anche povertà. Infatti, la crescita economica in Europa e nel Nord America è andata di pari passo con il miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie, con conseguenti benefici per la salute.

5 – Ha dichiarato Jack Sim, ovvero Mr. Toilet, ex imprenditore immobiliare che ha fondato l’Associazione mondiale del gabinetto: «La “silenziosa” crisi igienico-sanitaria è una bomba a orologeria che colpisce miliardi di persone in tutto il mondo. Non vi è bisogno di costosi WC super tecnologici che riscaldano il nostro sedere o mascherano i rumori sgradevoli con la musica classica, ma di latrine ecologiche che costano al massimo 10 dollari l’una. Ci sono persone che desiderano un gabinetto, proprio come altri sognano una borsa Louis Vuitton».Gabinetto02

6 – Secondo dati Unicef, in molti Paesi, troppe ragazze non vanno a scuola per la mancanza di servizi igienici puliti e sicuri, soprattutto durante il ciclo mestruale. E molte di loro finiscono per non terminare gli studi. In India, il 23% delle ragazze abbandona del tutto la scuola quando raggiunge la pubertà.

7 – Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) la mancanza di servizi igienici costa al mondo 260 miliardi di dollari l’anno. E per ogni dollaro investito in servizi igienico-sanitari, vi è un ritorno di 8 dollari per il risparmio di tempo, aumento della produttività e riduzione dei costi sanitari.

8 – Secondo un sondaggio del British Medical Journal, su un campione di 11000 lettori, l’invenzione più importante in campo igienico-sanitario degli ultimi 150 anni è lo sciacquone.

9 – Secondo l’ITU (Unione internazionale delle telecomunicazioni), entro la fine del 2014 ci saranno nel mondo più persone che possiedono telefoni cellulari che gabinetti (già a marzo 2014 i cellulari erano 6,8 miliardi su una popolazione di 7 miliardi).

10 – Ultimo punto: se state leggendo questa news sul vostro smarthphone proprio mentre siete seduti sul WC fate attenzione: è stato calcolato che almeno una volta nella vita si commetta una sbadataggine: far cadere il telefonino nel water. L’unica cosa che non accade a chi il water non ce l’ha.

fonte www.focus.it